Attualità

Stop ai tifosi del Gragnano, l’Associazione Un Solo Grido! non ci sta

cavese sciarpette tifosi laredazione

L’Associazione Tifosi Cavesi UN SOLO GRIDO! esprime rammarico per il divieto imposto dalla Prefettura di Salerno ai tifosi del Gragnano che non potranno essere presenti al “Simonetta Lamberti”.

Cava de’ Tirreni. La decisione presa dal Prefetto di Salerno è quanto meno discutibile. Il messaggio è chiaro e netto ed arriva dall’Associazione di tifosi cavesi Un Solo Grido!. “Nessun precedente fra le due tifoserie lasciava infatti prevedere il divieto imposto agli sportivi di Gragnano – spiegano in una nota gli associati – anzi, proprio la scorsa stagione, (i tifosi del Gragnano, ndr) si sono resi protagonisti di una grande accoglienza ai nostri tifosi, impreziosita anche dal ricordo dedicato al nostro Eduardo Purgante, che finalmente poteva e doveva essere doverosamente ricambiata”.

Una decisione ingiustificata che non aiuta la crescita di una sana cultura sportiva

Questa decisione, che ribadiamo essere a nostro avviso assolutamente ingiustificata, ci priva dunque di un momento di condivisione e socialità che, più di ogni divieto, avrebbe certamente aiutato la crescita e la consapevolezza di una sana cultura sportiva; oltre oltre il risultato del campo e finalmente lontano dalle tante parole vuote che spesso si sprecano sull’argomento.

Un cervellotico divieto. Solidarietà agli sportivi di Gragnano.

Convinti che un buon esempio insegni molto più di un cervellotico divieto, ci auguriamo che le future decisioni dell’Osservatorio riguardanti la nostra Cavese, siano quantomeno più ponderate ed esprimiamo la nostra solidarietà agli sportivi di Gragnano privati della possibilità di partecipare a quella che, a tutti gli effetti, avrebbe dovuto essere una festa dello sport, e a quelli  AQUILOTTI che, a quanto pare, sembrano dover fare notizia solo in determinate occasioni.

Scopri l'Autore

Antonio Ioele

Antonio Ioele

10 anni, tra Italia ed estero, tra radio, tv, carta stampata e web. Da febbraio 2017 sono il delegato dello "Studio Associato laRed" (P.IVA 05569100653), proprietario della testata giornalistica laRedazione.eu.

Il portale www.laredazione.eu è fisicamente alloggiato presso i server di Aruba S.p.A.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi