Attualità EVIDENZA

Proroga stato di emergenza fino al 31 gennaio, mascherine subito obbligatorie

Il Consiglio dei ministri ha approvato, con una delibera, la proroga dello stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021.

Il decreto Covid approvato oggi dal governo proroga il Dpcm esistente fino al 15 ottobre.

In più, viene reso immediato da subito l’obbligo di indossare mascherine all’aperto in presenza di non conviventi. E’ quanto si apprende da fonti di governo, al termine del Cdm. Il decreto, inoltre, consente alle Regioni di varare norme più restrittive e – nei soli casi e nel rispetto dei criteri previsti dal Dpcm, e d’intesa col Ministero della Salute – anche norme ampliative.

La Camera stamattina ha intanto approvato la risoluzione di maggioranza sulla proroga dello stato di emergenza per il Covid con 253 voti a favore e 3 voti contrari.

L’aula ha invece respinto la prima parte della risoluzione dell’opposizione, per la quale era stata chiesta votazione separata, con 202 2ì e 256 no. I deputati in missione, compresi quelli in isolamento, erano oggi 120, con conseguente abbassamento della soglia per il numero legale.

“Abbiamo concluso i lavori del consiglio dei ministri, – dichiara il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte – abbiamo approvato un nuovo decreto legge concepito per affrontare questa nuova fase. C’è una risalita della curva di contagio, di qui la deliberazione di prorogare lo stato d’emergenza fino al 31 gennaio”.

“Abbiamo ritenuto opportuno e necessario recuperare – continua – quel rapporto tra stato e regioni che avevamo costruito anche nella fase più dura. D’ora in poi le regioni potranno adottare misure più restrittive rispetto a quelle adottate a livello nazionale. Invece, saranno limitate nell’adozione di misure di allentamento: lo potranno fare solo d’intesa con il ministro della Sanità”, aggiunge il premier.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi