Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Sta arrivando “Toujust”, il supermercato con prezzi “dal 5% al ​​10% in meno”!

Un buon piano se stai facendo acquisti vicino a Lens o Cambrai: la nuova catena di supermercati Toujust prevede di installarsi lì tra metà aprile e inizio maggio e promette prezzi “dal 5% al ​​10% più economici” che altrove. L’apertura del primo punto vendita avverrà il 1° marzo ad Alès (Gard), e una cinquantina di negozi apriranno entro la fine dell’anno.

Toujust si considera un “modello anticrisi”. Per vincere la concorrenza sul fronte dei prezzi, il modello economico è stato ridisegnato. Rispetto ai suoi concorrenti, Toujust intende “rimuovere gli intermediari – oltre ai propri margini – che incidono sui carrelli della spesa”, spiega Fabrice Gerber, fondatore, che ha lavorato per Aldi, System U o Leclerc.

È quella che lui chiama “cooperativa di filiera”: i fornitori sono legati al capitale dell’azienda, dando loro diritto fino al 25% degli utili “al miglior prezzo”. Ciò che Fabrice Gerber difende è la “necessità di tornare alle basi del commercio”: “Preferiamo andare direttamente a visitare produttori, allevatori e produttori piuttosto che passare per grossisti e centri centrali che prendono tutti i loro margini”. Nella regione, ad esempio, è stata stabilita una partnership con il Lille Brewery, che produce la birra Lydéric.

Quindi sugli scaffali troverai circa il 70% dei prodotti white label. “Non ci aspettiamo che un produttore investa molti soldi nel marketing. Non sono i marchi che mi interessano, ma quello che c’è nel piatto del consumatore “, aggiunge Fabrice Gerber. Ci saranno ancora riferimenti come Coca-Cola o Nutella sugli scaffali…che possono pagare fino al 10 o 20% in meno perché Toujust intende passare attraverso intermediari che rivenderanno prodotti “in liquidazione” nel settore.

READ  '4 ore di attesa alla stazione di servizio': in Francia, scioperi nel fine settimana alle raffinerie e tensione alla pompa

Per quanto riguarda l’interno del supermercato, Fabrice Gerber promette che “non troverete niente a basso costo lì”: nessuna scatola sul pavimento e pochissimi espositori per pallet. I negozi “caldi e funzionali” includeranno anche un “punto caldo con panetteria e snack” e persino alcuni servizi come le filiali di La Poste.

E per Fabrice Gerber era necessario aprire nel nord e nel Pas de Calais. “Molti marchi hanno avuto successo lì, come Auchan. Aldi ha persino aperto il suo primo negozio a Croix nel 1989. È una popolazione molto fedele, ma anche molto ricettiva ai nuovi progetti. L’approccio manageriale è stato molto positivo, con dipendenti che hanno i valori del lavoro sono reali.