Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Salerno

SPRAR: voci discordanti sull’adesione di Cava de’ Tirreni

SPRAR

L’adesione del Comune di Cava de’ Tirreni allo SPRAR non ha ottenuto l’unanimità in consiglio comunale e a due giorni dalla votazione in consiglio comunale, non accenna a placarsi la polemica a riguardo.

In particolare diverse perplessità sono state sollevate da quei consiglieri che hanno deciso di non votare in maniera favorevole per ragioni che riguardano soprattutto necessità logistiche e di organizzazione della città, nonché le effettive disponibilità che il territorio ha per garantire un’accoglienza adeguata.

«L’adesione allo SPRAR non era un obbligo di legge, si è voluta fare una precisa scelta politica di cui dovranno assumersi tutte le conseguenze – ha spiegato il consigliere di Forza Italia, Antonio Barbuti –. Al momento Cava de’ Tirreni è già in sofferenza per tantissimi altri problemi, non bisognava assolutamente confondere l’aspetto umanitario con quello politico. Questo non farà altro che acuire la già profonda spaccatura che c’è in città, basti solamente pensare alle numerose firme raccolte dall’avvocato Alfonso Senatore in queste settimane per la petizione contraria alle direttive nazionali in merito all’accoglienza».

Contrari all’adesione al programma di accoglienza dei rifugiati anche i membri di Fratelli d’Italia, Clelia Ferrara e Renato Aliberti che – dal canto loro – hanno sollevato preoccupazioni in termini di sicurezza in città.

Ad ogni modo, una volta formalizzata in Prefettura l’adesione del comune metelliano al programma SPRAR, bisognerà andare incontro a una fase di studio certosina per individuare modi e luoghi dove ospitare i circa 160 migranti che dovrebbero arrivare. A tal proposito Servalli ha già annunciato di voler predisporre un tavolo di concerto con tutte le forze politiche comunali per seguire passo per passo l’iter.

Scopri l'Autore

Giuseppe Ferrara

Giuseppe Ferrara

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi