Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Spagna: almeno quattro morti dopo che un autobus è precipitato in un fiume

Due persone sono state salvate. Mancano ancora una o due persone.

ilI soccorritori stavano lavorando duramente domenica per trovare i sopravvissuti dopo che un autobus si è schiantato contro un fiume da un ponte nel nord-ovest della Spagna, provocando quattro morti e uno o due dispersi.

Secondo le autorità locali, almeno quattro persone sono morte in questo incidente avvenuto sabato poco prima delle 21:30 nella città di Serdido-Cotopad, situata in Galizia vicino al confine tra Spagna e Portogallo, alla vigilia di Natale.

Le prime due vittime sono state trovate nella notte tra sabato e domenica nei pressi del relitto del bus, insieme ad altre due persone soccorse vive, tra cui l’autista dell’auto, che è stato portato in ospedale.

Gli altri due corpi sono stati trovati dai servizi di emergenza nella tarda mattinata di domenica. Un portavoce della Guardia Civil ha detto che uno potrebbe essere salvato, mentre il secondo non è stato trovato domenica pomeriggio.

Secondo questo portavoce, mancano ancora una o due persone. “Il numero esatto non è ancora noto”, ha detto ad AFP, perché l’autista “ha dei dubbi” sul numero di persone a bordo del bus al momento dell’incidente.

Secondo le autorità, le quattro persone morte sono una giovane donna di nazionalità peruviana, che lavorava per un anziano in Galizia, e tre persone di nazionalità spagnola, che vivono nella regione.

cosa è successo ?

Secondo i servizi di soccorso, che hanno postato su Twitter una splendida immagine del relitto, precipitato in fondo a una valle fluente tra tronchi d’albero, l’incidente è avvenuto in un luogo difficile, che ha complicato le operazioni di soccorso.

READ  Francia: un uomo con la testa e il pene si arrende ai gendarmi

Un portavoce della Guardia Civil sotto il ponte ha confermato un “dislivello piuttosto significativo” di “trenta metri”. I servizi di emergenza hanno parlato in un comunicato stampa di un dislivello di “75 metri”.

E’ stato il conducente dell’auto a dare l’allarme dopo aver notato che era stata rotta la ringhiera di sicurezza sul ponte dove è avvenuto l’incidente. I soccorritori hanno quindi ricevuto una chiamata dall’interno dell’autobus, che ha permesso loro di localizzare il relitto nel fiume chiamato Lérez.

I servizi di emergenza hanno affermato in un comunicato che a causa di “condizioni meteorologiche sfavorevoli”, caratterizzate da piogge torrenziali che hanno improvvisamente aumentato la portata di questo fiume, le ricerche hanno dovuto essere temporaneamente sospese durante la notte.

Hanno ripreso all’alba di domenica con l’invio di grandi risorse come rinforzi, secondo il portavoce della Guardia Civil. Tra loro, ha detto, c’erano unità di soccorso in montagna e in grotta e sommozzatori.

La causa dell’incidente è sconosciuta

È stata aperta un’inchiesta per determinare la causa dell’incidente, che non è ancora nota. Secondo il portavoce della Guardia Civil, l’autista dell’autobus è un autista esperto. Anche lui è risultato negativo ad alcol e droghe.

Secondo il quotidiano locale La Voz de Galicia, tra i passeggeri dell’autobus c’erano persone che erano venute a trovare i parenti detenuti nel carcere di Monterosso, nella Galizia centrale, in occasione della vigilia di Natale.