Campania Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA

SP75 “Avvocatella”, i proprietari del terreno sanzionati. Ordinanza del sindaco per la messa in sicurezza

Il Comune sollecita la messa in sicurezza da parte dei proprietari del terreno

Il Comune di Cava de’ Tirreni sollecita la messa in sicurezza da parte dei proprietari del terreno franato a settembre in seguito a un incendio.

All’esito dell’ennesimo sopralluogo effettuato dai rappresentanti degli enti coinvolti (Provincia, Comune di Cava de’ Tirreni e di Vietri Sul Mare) è emerso che la scarpata oggetto del fenomeno franoso è stata ulteriormente compromessa dalle abbondanti piogge e, dunque, bisognerà intervenire con urgenza per predisporre la messa in sicurezza.

Il sindaco Vincenzo Servalli ha, quindi, emesso apposita ordinanza, contingibile e urgente, nei confronti dei proprietari del fondo affinché venga predisposto – entro due settimane – il necessario intervento di messa in sicurezza.

«Nel corso del sopralluogo si è ispezionato il tratto di terreno di proprietà privata incidente sulla strada – si legge nell’ordinanza del primo cittadino –. Sono ancora evidenti i residui di vegetazione oggetto di incendio mentre la coltre superficiale, priva di qualsiasi vegetazione spontanea, appare di consistenza sciolta e priva di qualsiasi coesione e con seria possibilità di ulteriori scoscendimenti verso la stratta sottostante. La situazione, nel complesso, appare peggiorata a causa delle copiose piogge. Un ulteriore peggioramento del versante può comportare ulteriori danni con scivolamento del terreno superficiale sulla strada e sul sottostante vallone Bonea».

Per questi motivi il sindaco ha disposto che i proprietari del terreno franato diano esecuzione immediata al ripristino dello stato dei luoghi e che gli stessi saranno responsabili di eventuali danni a cose o persone qualora dovessero disattendere le disposizioni arrivate da Palazzo di Città.

Il Comune, si legge nell’ordinanza, provvederà, qualora non fossero rispettati i termini dell’ordinanza, a dare avviso alla Procura della Repubblica, presso il Tribunale di Nocera Inferiore per la trasmissione della notizia di reato all’autorità giudiziaria.

Nel frattempo la stessa proprietà è stata sanzionata, con una multa di circa 170 euro, dalla Provincia di Salerno per infrazione al codice della strada in quanto il fenomeno franoso verificatosi ha reso necessaria la chiusura del tratto per compromissione della carreggiata a causa dei detriti.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi