Novembre 30, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Sono scoppiato in lacrime, sento l’odore del mio sudore”


Daisy stava viaggiando con suo marito, le loro due figlie e suo padre dal Regno Unito al Portogallo quando tutto si è trasformato rapidamente in un incubo. Una volta a destinazione, la madre della famiglia ha appreso che il passeggino della figlia Eliza di nove mesi era scomparso. Passeggino che vale più di 700 euro!

Daisy a expliqué dans les colonnes du Mirror qu’elle avait dû garder sa fille de neuf mois dans ses bras tout au long de son séjour, en même temps que de pousser la chaise roulante de son père handicapé et en a Surveillant son four years.

IEN: 1559114273309212673

La giovane madre ha anche trascorso molte ore al telefono con il servizio clienti EasyJet, alla ricerca di risposte, quando avrebbe dovuto trascorrere queste ore al mare, godendosi la vacanza. “Il trattamento che ho ricevuto è totalmente inaccettabile”, si lamenta Daisy, non è soddisfatta del servizio clienti.

Daisy ha prenotato “Aiuto speciale” perché suo padre James si stava appena riprendendo da un intervento chirurgico ed era su una sedia a rotelle, e sua figlia Eliza aveva meno di un anno. La madre della famiglia spiega che il passeggino è stato loro portato via appena saliti sull’aereo, e ha testimoniato che “è stata l’ultima volta che l’abbiamo vista”. “Sono scoppiata in lacrime quando ci hanno detto che non esisteva”. Una volta a Faro, Dacey è andato direttamente ai suoi oggetti smarriti all’aeroporto. Il personale ha ispezionato l’aereo, ma in seguito ha detto che il passeggino “non era a bordo”.

READ  "L'Europe vit le moment le plus Dangereux pour sa sécurité depuis la fin de la Guerre froide"

” eccezionale ”

Mentre la compagnia aerea “ha assicurato” Daisy che si sarebbe tenuta al passo con gli sviluppi, non ha sentito risposta e ha dovuto chiamare ripetutamente da sola. “Abbiamo trascorso la maggior parte delle nostre vacanze senza alcun modo per trasportare il nostro bambino nel caldo soffocante mentre eravamo al telefono e mandavamo e-mail”, dice Daisy. “Ho dovuto tenere mia figlia sul fianco e cercare di spingere una sedia a rotelle allo stesso tempo. Sentivo il sudore sulla pelle, faceva molto caldo ma non avevamo altra scelta”, ha aggiunto il britannico.

“E ‘stato assolutamente e assolutamente orribile. Ero così arrabbiato e ho reso debole il mio bambino. Daisy dice di nuovo. Quando alla famiglia è stato detto che il passeggino non sarebbe stato trovato, Daisy ha dovuto viaggiare per miglia per trovare un negozio che vendesse i passeggini. ” Abbiamo contattato diverse società di noleggio per vedere se potevamo noleggiarne una, ma era alta stagione, quindi erano già tutte affittate. Alla fine abbiamo trovato un negozio che vendeva carrozzine a più di 2 ore di distanza, ma quando siamo arrivati ​​nulla era appropriato per l’età di nostra figlia. Tutto ciò che siamo riusciti a trovare è stato un piccolo passeggino pieghevole senza capottina per 80 euro, che ovviamente si è rotto prima di tornare a casa”, racconta la madre.

Quasi due mesi dopo, la carrozzina di Elisa non è stata ritrovata. “EasyJet ha quasi chiuso il caso”, si lamenta Daisy, che non ha avuto notizie dalla compagnia. Ha giurato che non avrebbe mai più volato con easyJet: “È stato un peso incredibile durante la mia vacanza”.