Attualità Cronaca EVIDENZA video

Sisma Centro Italia, si aggrava il bilancio delle vittime. Continuano le scosse.

Si aggrava il bilancio dei morti: sono 247. Soccorsi in corso: dispiegati 4370 sono gli uomini e le donne appartenenti alle diverse strutture operative di Protezione Civile dispiegati sul territorio. Il Governo ha stanziato i primi 50 milioni di euro. Renzi: “Tempi certi per la ricostruzione”

Le attività di ricerca sono proseguite nel corso di tutta la notte e proseguono tuttora. Il tragico bilancio delle vittime, comunicato dalle Prefetture di Rieti e Ascoli Piceno, si è aggravato: 190 sono i morti in provincia di Rieti, 57 quelli in provincia di Ascoli Piceno. Oltre 230 i feriti.

Arrivate le colonne della Protezione Civile dall’Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Molise, Emilia Romagna, Toscana.

In particolare, 880 del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, 379 appartenenti alle Forze Armate e oltre mille alle Forze di Polizia, a cui si aggiungono 262 unità di personale della Croce Rossa Italiana e circa 570 uomini e donne delle organizzazioni di volontariato nazionale, nonché 540 del volontariato locale di Lazio, Marche e Umbria. Ammonta a un totale di 170 il personale dei diversi centri di competenza tecnica e scientifica – Ispra, INGV, Enea, Cnr, ma anche la Direzione Generale Dighe del Ministero Infrastrutture e Trasporti; circa 200 unità di personale in campo per le aziende erogatrici dei servizi di luce e gas; altrettante per gli operatori di telefonia e circa 120 per la viabilità. Sono stati impiegati nel corso della giornata, inoltre, 12 elicotteri (6 del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, 3 del Corpo Forestale dello Stato, 2 della Polizia e uno delle Capitanerie di Porto) a cui si aggiunge la disponibilità di ulteriori 9 velivoli (4 dell’Esercito Italiano, 4 della Guardia di Finanza e uno dei Carabinieri), e da stasera un elicottero dell’Aeronautica Militare. Centinaia i mezzi di soccorso e oltre 70 le squadre cinofile impegnate nelle ricerche.

Attivati anche i canali per chi ha voglia di fornire beni e servizi ai nostri concittadini.

La Protezione civile ricorda che sono attivi i seguenti numeri verdi informativi: contact center della Protezione civile nazionale: 800840840; sala operativa della protezione civile Lazio: 803 555; numero verde della Protezione Civile delle Marche 840001111. Per la raccolta di offerte di beni e servizi in favore delle popolazioni colpite, la Regione Lazio e la Regione Marche hanno attivato due caselle di posta dedicate: per il Lazio le offerte possono essere inviate a sismarieti@regione.lazio.it. Per le Marche il riferimento è prot.civ@regione.marche.it.
È infine attivo il numero solidale 45500, tramite cui è possibile donare due euro a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto inviando un sms o chiamando da rete fissa.

Il Presidente Renzi ieri in visita per dare sostegno e risposte all’emergenza. Stanziati i primi 50 milioni di euro.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi nel pomeriggio di ieri è stato ad Amatrice, per visitare la zona colpita dal terremoto. Successivamente a Rieti, nella sede della Prefettura, ha partecipato a una riunione tecnico-operativa. In memoria delle numerose vittime del tragico terremoto che ha colpito le Regioni del centro Italia, si dispone – in segno di lutto – l’esposizione a mezz’asta delle bandiere nazionale ed europea sugli edifici pubblici dell’intero territorio nazionale nei giorni 24 e 25 agosto 2016.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi