Agro Nocerino Curiosità

Silvio Cuofano, da Nocera ad Hammamet per raccontare l’esilio di Craxi

Silvio Cuofano

Silvio Cuofano, fotografo di Nocera Superiore, varca i confini europei per una nuova avventura professionale.

Hammamet, città della Tunisia resa famosa dalla permanenza di Bettino Craxi nei suoi ultimi anni di vita. A 20 anni dalla scomparsa del leader del Psi, il fotografo Silvio Cuofano curerà un reportage che ripercorrerà appunto l’esilio nordafricano di Craxi.

Una nota agenzia milanese ha ingaggiato il professionista di Nocera Superiore, che nei prossimi mesi volerà dunque in Tunisia per questo nuovo lavoro.

Cuofano è reduce da un’importante parentesi al Festival di Sanremo, oltre a proseguire in una serie di importanti collaborazioni. Moda, informazione, spettacolo e sport per il fotografo nocerino, che in passato è stato anche componente dello staff comunicazione della Nocerina di Giovanni Citarella.

Negli anni scorsi, Cuofano vanta anche collaborazioni importanti con alcuni parlamentari e nel suo studio ha anche mosso i primi passi il noto fotografo Luca D’Amelio.

Ora quindi l’importante appuntamento ad Hammamet, dove Silvio Cuofano racconterà attraverso i suoi scatti le fasi salienti dell’esilio di Bettino Craxi. L’ex Presidente del Consiglio e ministro della Repubblica fuggì in Tunisia nel 1994, dopo aver ricoperto incarichi politici nazionali per 25 anni. Scelse di lasciare l’Italia per sottrarsi alle condanne subite nell’ambito del ciclone Tangentopoli.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi