Cava de' Tirreni EVIDENZA

Servalli: “Terrò personalmente la delega alle Politiche Sociali”

la delega

Servalli: “Terrò personalmente la delega alle Politiche Sociali”. In programma una serie di incontri che riguardano il miglioramento delle aree di sosta riservate ai disabili, l’eliminazione delle barriere architettoniche e uno sportello informativo a palazzo di Città

Cava de’ Tirreni. “Terrò personalmente la delega alle Politiche Sociali”. Lo ha annunciato ieri il sindaco Vincenzo Servalli nel corso del tavolo di concertazione tra l’Amministrazione comunale e l’Osservatorio cittadino sulla condizione delle persone con disabilità. Servalli ha così confermato quelle che erano le previsioni all’indomani delle dimissioni dell’ex assessore Enrico Bastolla, mettendo fine al valzer dei nomi sul suo successore e blindando di fatto la Giunta. “Terrò personalmente la delega alle Politiche Sociali- ha affermato il sindaco Vincenzo Servalli- e lavoreremo tutti insieme con il personale del Piano di Zona e dei Servizi Sociali comunali in un continuo dialogo per individuare le problematiche e ricercare le priorità così da elaborare in maniera unitario le relative soluzioni”. E in veste di neo delegato alle Politiche Sociali, il primo cittadino ha partecipato ieri al tavolo di concertazione con l’Osservatorio cittadino, che raggruppa al suo interno ben tredici associazioni, per definire le azioni da mettere in campo, puntando ai due obiettivi primari fissati nel consiglio monotematico sulle disabilità dello scorso dicembre, l’eliminazione delle barriere architettoniche in Città e negli edifici pubblici e la riduzione del disagio che colpisce le fasce deboli della popolazione. All’incontro di ieri hanno preso parte anche il presidente della commissione comunale politiche Sociali, Paola Landi, il Presidente dell’Osservatorio cittadino sulla condizione delle persone con disabilità, Vincenzo Prisco, il Direttore del Distretto ASL ex 63, Francesco Perrotta, il dirigente del III settore, Romeo Nesi, esponenti dell’Osservatorio e del personale del III Settore Servizi alla persona del Comune di Cava de’ Tirreni. “Ci sono elementi – commenta il dott. Prisco – che lasciano intravedere un percorso che possa dare risposte alle persone disabili ed alle loro famiglie attraverso un comune percorso di ascolto e di concertazione”. Piena collaborazione per quanto attiene l’integrazione socio-saniatria è stata espressa dal Direttore del Distretto ASL ex 63, Francesco Perrotta. “Siamo aperti all’ascolto – ha dichiarato Perrotta- verso proposte di miglioramento dei nostri Livelli essenziali di assistenza (LEA). Lavoreremo insieme con l’Amministrazione comunale per l’eliminazione delle barriere architettoniche ancora presenti all’interno delle sedi che ospitano i diversi uffici del Distretto sanitario.”. Al fine di rendere operativa l’azione sinergica tra Amministrazione comunale ed Osservatorio cittadino sulla disabilità sono stati già programmati una serie di incontri che riguardano il miglioramento delle aree di sosta riservate ai disabili, l’eliminazione delle barriere architettoniche su strade, scuole, edifici pubblici in genere e l’attivazione di uno sportello di informazione ubicato nel palazzo di Città.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

news-repubblic

G+

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi