Campania Cronaca EVIDENZA Salerno

Sequestro impianto di compostaggio a Eboli: le reazioni

Politica ed associazioni plaudono all’operazione dei Carabinieri del Comando per Tutela Ambientale – NOE.

A fine agosto il Ministro Sergio Costa aveva risposto all’appello dei cittadini di Eboli e Battipaglia e partecipato ad un incontro organizzato dai comitati.

Il Ministro ha, quindi, prontamente commentato la notizia del sequestro dichiarando:

“Lo Stato risponde all’appello dei cittadini di Battipaglia e di Eboli. E lo fa con un’operazione dei Carabinieri del Noe coordinati dalla Procura della Repubblica di Salerno: è stato sequestrato un impianto di rifiuti perché lavorava un quantitativo di immondizia eccessivo rispetto al consentito e la lavorava all’aperto, sul piazzale. I miasmi nauseabondi hanno perseguitato i cittadini per mesi.

A fine agosto scorso sono stato proprio lì, in un’affollata assemblea pubblica organizzata dal M5S. Ho ascoltato il grido di dolore di una comunità disperata che chiedeva solo una cosa: vivere una vita normale.

Avevo promesso più controlli. Detto fatto. L’aria non può essere una maledizione”.

Legambiente: “Era nell’aria come il cattivo odore”

Esprimono con una nota la propria soddisfazione per il sequestro dell’impianto anche Mariateresa Imparato Presidente di Legambiente Campania e i circoli di Eboli e Battipaglia.

“Sono gestioni – si legge nella nota – come quella dell’impianto di compostaggio di Eboli, da tempo sotto osservazione da parte della nostra associazione e delle comunità che vivono assediate da odori molesti, i nemici che impediscono la chiusura del ciclo dei rifiuti in Campania.

Non è sovraccaricando quelli esistenti che in Campania risolveremo l’annosa vicenda della carenza di impianti che trattano la frazione organica.

I giudizi negativi e la preoccupazione dei cittadini si concretizzano in presenza di impianti gestiti male come quello di Eboli, a discapito della realizzazione di impianti per lo smaltimento dell’organico, dei quali invece la Regione Campania deve dotarsi urgentemente.

Ci auguriamo che il sequestro dell’impianto di Eboli sia da spinta per la realizzazione di quegli interventi migliorativi, già finanziati, che l’azione delle forze dell’ordine di oggi ha dimostrato essere urgenti e necessari”.

M5S, Cammarano: “Sequestro impianto a Eboli, risultato frutto di sinergia tra istituzioni e cittadini”

“L’operazione di questa mattina dei carabinieri del Noe, che ha portato al sequestro a Eboli di un impianto compost che smaltiva ben oltre il quantitativo massimo consentito, è l’ennesima palese dimostrazione di quanto siano efficaci e tempestive le azioni dello Stato quando agisce in sinergia con i suoi cittadini. Il risultato di oggi è da ricondurre all’impegno incessante di una comunità, che abbiamo sostenuto con forza sia con atti istituzionali che con la nostra presenza in piazza al loro fianco, che non si è mai rassegnata e che ha continuato a lottare per il sacrosanto diritto alla salute e ad un’aria pulita”. Lo dichiara il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano.

“Nei mesi scorsi – ricorda Cammarano – ci siamo resi promotori di un incontro tra i cittadini di Eboli, Battipaglia e il nostro ministro Sergio Costa, che ha preso atto delle denunce relative a una concentrazione di miasmi non compatibile con un naturale funzionamento dell’impianto e ha dato impulso a una serie di verifiche che hanno portato sequestro di questa mattina e alla conferma che il sito riceveva un quantitativo di rifiuti biodegradabili notevolmente superiore ai limiti imposti. Una vittoria figlia del lavoro di una filiera istituzionale, nella quale il ruolo fondamentale è stato quello esercitato dai nostri cittadini”.

Cecilia Francese (Battipaglia): “La nostra battaglia ambientalista non si ferma”

“La notizia del sequestro dell’impianto di compostaggio di Eboli avvenuta da parte dei Carabinieri del Comando per Tutela Ambientale – NOE è frutto della mirata indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Salerno, l’attività di indagine è scaturita dalle numerose denunce e dagli esposti presentati da questa amministrazione, non ultimo quello di qualche giorno fa, quando i miasmi erano diventati ormai insopportabili. Siamo stati i primi a richiederne la chiusura provvisoria in attesa dei lavori di messa a norma, noi a richiedere i fondi perché quell’impianto fosse regolarizzato (delibere n. 199 del 21/09/2017, n. 204 del 12/10/2018, n. 210 del 18/10/2019). 

“L’amministrazione – continua la nota del Sindaco – non ha mai abbassato la guardia e ha da sempre controllato anche il proprio territorio attivando da mesi una task force che ha effettuato controlli puntuali attivando sequestri e denunce già sul proprio territorio. L’insieme delle attività svolte da questa amministrazione hanno fatto emergere l’insostenibilità della presenza di quell’impianto. Ci auguriamo che l’impianto non venga riaperto fino a quando non siano effettuati i lavori di adeguamento. Ringrazio il Prefetto che ha permesso nei mesi di istituzionalizzare un tavolo tecnico dove esporre con la parte tecnica le problematiche del territorio rispetto alla situazione dei rifiuti e dei miasmi. Ringrazio la Procura della Repubblica per le indagini svolte e per l’intervento fatto, ringrazio i cittadini che ci hanno permesso di denunciare continuamente. E’ servito anche il lavoro di collaborazione istituzionale avviato con la Regione Campania

“La nostra battaglia ambientalista non si ferma, dopo che la Provincia ha ritirato la relazione nel consiglio provinciale di fine dicembre per completarla integrandola con indicatori relativi alle quantità di rifiuti e secondo il percorso fatto nei mesi precedenti con Regione e Comune di Battipaglia sul criterio di saturazione e concentrazione delle imprese di rifiuti sul territorio, è in attesa del provvedimento provinciale che è in dirittura d’arrivo come da intese tra Regione, Provincia e Comune per bloccare i rifiuti con il criterio di saturazione”.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi