Attualità Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica Salerno Salute Scuola

Secondo centro vaccinale a S. Francesco, Servalli spegne le polemiche

Il sindaco interviene sui rallentamenti della campagna vaccinale. Ai docenti vaccinazioni pomeridiane per consentire la DAD

Non sono mancate, ieri, a Cava de’ Tirreni le polemiche su una campagna vaccinale che tarda a ingranare con una serie di rallentamenti dovuti alla mancanza dei frigoriferi per il Pfizer (da somministrare agli ultra 80enni) e alla chiusura del centro vaccinale ieri mattina.

Sulla questione è intervenuto poco fa il sindaco Vincenzo Servalli: “Vaccini al pomeriggio per consentire la DAD”

“Su richiesta delle scuole – ha detto Servalli – la vaccinazione ai docenti viene effettuata di pomeriggio per consentire l’attività scolastica in DAD la mattina. Ad oggi sono circa 300 i vaccinati della scuola e per la fine della prossima settimana si conta di completare l’intero programma”.

Il secondo centro vaccinale sarà allestito domani al convento di San Francesco

“Domani si aprirà il secondo centro di vaccinazioni presso il Convento di San Francesco – ha aggiunto il sindaco -. È un centro molto funzionale che consentirà una accelerazione delle vaccinazioni, sempre in relazione all’effettiva disponibilità dei vaccini”.

Da sabato pomeriggio i vaccini agli ultra 80enni

“Il prossimo sabato pomeriggio – conclude il primo cittadino – saranno vaccinati con il Pfizer i primi 50 over 80, per poi procedere con la massima celerità possibile a vaccinare tutta la popolazione cavese”.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi