Cava de' Tirreni EVIDENZA

La scuola di Passiano candidata a due finanziamenti. Crollo nell’ufficio postale

candidata

Cava de’ Tirreni. La scuola di Passiano candidata a due finanziamenti. Crollo nell’ufficio postale. Botta e risposta tra i consiglieri Narbone e Senatore

Intercettare fondi per provvedere alla messa in sicurezza del plesso scolastico di Passiano e dei locali annessi, che ospitavano l’ufficio postale e il centro anziani. E’ un appunto segnato in rosso quello che figura sul tavolo dell’Amministrazione Servalli alla luce anche di un recente sopralluogo durante il quale è emerso un significativo crollo di intonaco proprio all’interno degli uffici che ospitavano le Poste. Dai rilievi effettuati, risulta che parte della controsoffittatura si è distaccata precipitando rovinosamente proprio a ridosso di uno dei vecchi sportelli. Prioritario, quindi, reperire i fondi necessari per la messa in sicurezza e la ristrutturazione, motivo la scuola di Passiano è stata candidata ai finanziamenti P.O.N. del Miur (Ministero istruzione, università e ricerca) e Iter Campania ed anche a quelli in corso di pubblicazione del POR Campania. Sarà di nuovo disponibile ad aprile, invece, la stazione mobile di Poste Italiane, installata nei giorni scorsi in piazza Adinolfi, e poi trasferita a Sarno per necessità. Dislocazione che ha fatto sollevare il disappunto dei “Responsabili per Cava”, ed in particolare del consigliere di minoranza, Pasquale Senatore che nei giorni scorsi ha avuto modo di effettuare un sopralluogo presso la frazione insieme ad alcuni cittadini e constare che, a fronte delle iniziative intraprese dall’amministrazione per ridurre i disagi dopo la chiusura del plesso scolastico, persistono alcune problematiche relative anche al centro anziani, per il quale era stata disposta sede alternativa, ancora però non disponibile per la necessità di una serie di lavori di manutenzione. “Sono trascorsi più di quarantacinque giorni dall’ordinanza di chiusura del plesso scolastico- ha incalzato, inoltre, Pasquale Senatore – con trasferimento degli alunni presso altre scuole ma ancora non si ha data certa per la risoluzione del problema.”. Critiche alle quali ha risposto il consigliere comunale, Luca Narbone: “La chiusura ad horas della scuola è stata inevitabile e, alla luce di quanto accaduto, anche provvidenziale: se non fosse stato per l’ordinanza oggi piangeremmo qualcuno. Intanto, la direzione delle Poste ci ha assicurato che nei primi giorni di aprile sarà operativa l’unità mobile. I locali che dovranno ospitare il Circolo Anziani, invece, sono stati individuati ma necessitano di interventi di adeguamento, intanto, di concerto con il presidente del Circolo si sta verificando una sistemazione provvisoria. Stiamo facendo il possibile – ha concluso Nabone – nonostante ci sia chi specula su problemi come questi per i quali non esiste la bacchetta magica».

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

inviaci le tue segnalazioni al:

news-repubblic

Instagram

Unable to communicate with Instagram.

G+

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi