Attualità Campania Napoli

Scuola militare Nunziatella, si rinnova il vincolo con Napoli. Ieri il giuramento degli Allievi

Nunziatella il giuramento

Omaggi al 229° Corso della Scuola militare “Nunziatella”. Hanno giurato 70 nuovi Allievi

Napoli. Nella stupenda Piazza del Plebiscito, alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Danilo Errico e di numerose autorità militari e civili, tra cui il Sindaco De Magistris e il Prefetto Pantalone, hanno giurato gli allievi del 229° Corso della Scuola Militare “Nunziatella”. I settanta allievi, di cui venticinque donne, hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana assumendo così l’impegno di rinnovare e custodire i sacri valori che contraddistinguono i cittadini in armi, di elevata idealità del dovere, di raro spirito di abnegazione e sacrificio che li porterà ad affrontare con coraggio i passi che li attendono nel loro percorso di vita.

il-capo-di-sme-con-le-autorita

Reparti schierati in piazza Plebiscito per il giuramento di 70 Allievi della “Nunziatella”

La cerimonia solenne, alla quale hanno presenziato anche il Comandante delle Forze Operative Sud Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano e il Generale di Corpo d’Armata Rosario Aiosa dell’Arma dei Carabinieri, medaglia d’oro al Valor Militare e il Comandante dell’Accademia Militare Generale di Divisione Salvatore Camporeale, ha visto lo schieramento dei reparti in armi in uniforme storica, lo sfilamento dei Labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, la resa degli onori ai Gonfaloni della Città di Napoli, decorati di Medaglia d’Oro al Valor Militare, della Regione Campania, della Città metropolitana di Napoli ed in particolare della gloriosa Bandiera d’Istituto, decorata con la Medaglia di Bronzo al Valore dell’Esercito e della Croce d’Oro al Merito dell’Arma dei Carabinieri. Il Reggimento di formazione, così costituito, agli ordini del Comandante della Scuola Militare “Nunziatella”, Colonnello Fabio Aceto, ha visto tra le proprie fila la Banda dell’Esercito e la Batteria Tamburi della Scuola.

discorso-del-capo-di-sme_hp_2

Il saluto del Generale Errico

Nel corso del suo indirizzo di saluto, il Generale Errico, riferendosi agli allievi del 229° corso ha sottolineato che “con l’odierno giuramento di fedeltà alla Patria vi siete assunti un impegno formale nel servire la collettività, anteponendo l’onore e la lealtà agli interessi personali, indipendentemente dal percorso di vita che sceglierete al termine del triennio formativo che vi accingete ad affrontare. Vi invito ad affrontare questo impegnativo cammino con la giusta serenità e con quel sano entusiasmo, tipico dei ragazzi della vostra età, per essere pronti un domani a fornire con convinzione e onestà intellettuale, il vostro contributo all’Italia.”

sfilata-ex-allievi

Presenti al giuramento Istituzioni, familiari degli Allievi e cittadini

Cornice unica dell’evento la sentita e tangibile commozione delle famiglie e cittadini che hanno assistito all’evento rimarcando la solennità del momento. La cerimonia, concomitante con il duecentoventinovesimo anniversario della fondazione della Scuola Militare “Nunziatella”, ha richiamato per l’occasione una folta rappresentanza di ex-allievi che, prendendo anche loro posto nello schieramento, hanno rappresentato un ideale passaggio di consegne tra chi è stato un tempo allievo e chi si appresta a diventare membro della grande famiglia della “Nunziatella”. La cerimonia ha avuto termine con lo sfilamento in parata del Reggimento di formazione e dei numerosi ex-Allievi giunti da tutte le regioni d’Italia.

la-seconda-compagnia-allievi-durante-la-cerimonia

La scuola “Nunziatella” nasce nel 1787 per volere di Re Ferdinando IV di Borbone

La Scuola Militare “Nunziatella”, Istituto di formazione più antico d’Europa, trae origine dalla Real Accademia fondata nel 1787 da Ferdinando IV di Borbone. Tra le mura della “Nunziatella” hanno soggiornato, nelle vesti sia di studenti sia di docenti, innumerevoli personaggi che hanno dato lustro alla storia d’Italia quali, solo per citarne alcuni, Carlo Pisacane, Francesco de Sanctis, Vittorio Emanuele di Savoia (poi III), Amedeo d’Aosta (Medaglia d’Oro), Guglielmo Pepe. Numerosi ex-allievi nel corso della secolare storia della Scuola hanno raggiunto posizioni di assoluto rilievo sia in ambito militare, come i Generali Cosenz, Primerano e Pollio che divennero Capi di Stato Maggiore dell’Esercito, sia nei vari settori della vita sociale e politica del Paese.

ex-allievi-e-allievi-al-termine-della-cerimonia

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi