Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Scoperto uno dei più grandi pianeti super-Terra a 200 anni luce dalla Via Lattea

Uno dei più grandi pianeti terrestri supercaldi conosciuti

entro pianeti esterni TOI-1075b, classificato come Super-Terra, è uno dei più grandi. In astronomia, il termine “super” utilizzato non ha nulla a che fare con una superpotenza collegata a un pianeta. È usato per riferirsi a un pianeta composto da rocce e minerali e più grande della Terra. I criteri per qualificare un esopianeta come super-Terra variano a seconda delle pubblicazioni scientifiche, ma il più delle volte una super-Terra può avere una massa compresa tra 5 e 10 volte quella della Terra e un raggio compreso tra 1,5 e 2,5 volte quello. Dal nostro pianeta blu.

Sembra anche importante capire che l’uso della parola composta “super-Terra” non significa affatto che sia un pianeta che può ospitare qualsiasi forma di vita, il che è comunque impossibile per te. una terra. Orbita già a brevissima distanza dalla sua stella, TOI1075, a donna arancione. La temperatura sulla superficie del pianeta supera i 1000 gradi Celsius. Queste temperature sono sufficienti per fondere la roccia silicatica e trasformare la superficie del pianeta in un oceano di lava fusa.

La super-Terra di TOI-1075b è stata scoperta grazie ai dati che ha inviato satellite per sondaggi sugli esopianeti in transito telescopio dalla NASA. Meglio conosciuto con l’acronimo TESS, questo minuscolo telescopio spaziale da 350 chilogrammi è progettato per rilevare e contare gli esopianeti. Il principio utilizzato per il rilevamento dipende dal metodo di attraversamento.

Leggi anche: Il pianeta più distante mai scoperto è a 25.000 anni luce di distanza!

Una delle poche super-Terre a trovarsi all’interno del Fulton Gap

Il telescopio TESS, specializzato nel rilevamento di super-Terre. Crediti: Alejo Miranda/Shutterstock

Il metodo del transito è uno dei metodi più utilizzati per rilevare gli esopianeti. In realtà è una tecnica fotometrica basata sul contrasto nella luminosità di una stella quando un pianeta le passa davanti. Questa tecnica viene spesso utilizzata in combinazione con il metodo della velocità radiale per trovare la massa e la densità del pianeta rilevato.

READ  Ecco il vostro oroscopo di lunedì 2 maggio 2022: amore, soldi, lavoro, salute...

Il pianeta super-Terra TOI-1075b rilevato con questi metodi ha un raggio 1,8 volte maggiore di quello della Terra e dista 0,01159 UA dalla sua stella, che dista circa 1.730.000 km. Questa brevissima distanza spiega la sua temperatura superficiale, che supera i 1000 gradi Celsius. periodo orbitale di questo esopianeta Caldo, il che significa che il tempo necessario per compiere un’orbita completa attorno alla sua stella è di 14,5 ore. Infine, la massa di TOI-1075b, calcolata utilizzando le misurazioni delle velocità radiali, fornisce esattamente 9,95 volte la massa della Terra. In quanto pianeta super terrestre, questo pianeta esterno è davvero molto maestoso.

Gli astronomi sono rimasti sorpresi nello scoprire che questa calda super-Terra si trova nel Fulton Gap. Conosciuto anche come Fulton Gap o Fulton Gap, questo gap descrive un gap che appare nella curva in cui gli esopianeti sono classificati in base alla dimensione del loro raggio relativo rispetto al raggio terrestre secondo il numero scoperto fino ad oggi. C’è un “gap” situato a dimensioni di raggio comprese tra 1,5 e 2,0 raggi terrestri in cui ci sono pochissimi esopianeti.

Leggi anche: GJ 3512 b, il pianeta che non dovrebbe esistere

Perdita di massa dovuta all’evaporazione nell’atmosfera

Per spiegare che TOI-1075b si trova nel Fulton Gap, gli astronomi considerano il fenomeno dell’evaporazione dell’atmosfera di un pianeta dovuto alla sua vicinanza alla sua stella. Pertanto, questo fenomeno di fotoevaporazione, che può riguardare esopianeti con masse relativamente basse, porterà alla perdita di massa.

Spesso, gli esopianeti che rientrano nella categoria delle super-Terre con una dimensione vicina a TOI-1075b hanno un’atmosfera densa e densa composta da idrogeno ed elio. Ma a causa della sua altissima densità, stimata essere il doppio di quella della Terra, e della sua vicinanza alla sua stella, questo tipo di atmosfera è improbabile per questa Terra gigante.

READ  Panspermia: l'ipotesi della vita di origine marziana

Al momento, gli astronomi non ne conoscono la composizione atmosfere che evapora a causa della sua vicinanza alla sua stella. Prima di tutto, TOI-1075b potrebbe non avere un’atmosfera ed essere un pianeta roccioso completamente vuoto. Potrebbe anche avere un’atmosfera tenue, la cui formazione potrebbe dipendere dall’evaporazione permanente di un oceano di lava fusa che potrebbe ricoprire il pianeta.

Gli astronomi ora si aspettano molto da Il telescopio spaziale di James Webb Per far luce sull’atmosfera di questa incredibile terra soprannaturale.

Leggi anche: James Webb rileva per la prima volta prove fotochimiche nell’atmosfera di un pianeta extrasolare

fonte :

Zahra Isak, Avi Schborer, Jennifer A. Burt, Sarah Seeger, Saverio Campione, Zivan Lin, Karen A. Collins, Eric E. Mamayek et al., “TOI-1075 b: Dense, Massive, Very Short Period Hot Super-Earth lungo un raggio Gap » arXivdepositata il 26 ottobre 2022, https://doi.org/10.48550/arXiv.2210.14901