Febbraio 2, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Scioperanti Ryanair denunciano le loro condizioni di lavoro: “Il nostro datore di lavoro non è soggetto alla legge”

Lo sciopero del personale di cabina di Ryanair è iniziato venerdì 30 dicembre e comporterà la cancellazione di 128 voli in partenza e in arrivo all’aeroporto di Bruxelles Sud Charleroi (BSCA) fino a domenica.

Gli assistenti di volo e gli assistenti di volo della compagnia aerea low cost con base a Charleroi e Zaventem sono in sciopero l’ultimo fine settimana di dicembre, così come domenica 1 gennaio, sabato 7 gennaio e domenica 8 gennaio. Lo staff intende deplorare la posizione del vettore irlandese, che continua a rifiutarsi di garantire un salario minimo legale in Belgio.

Il nostro datore di lavoro non obbedisce alla legge come dovrebbeRobert (alias), l’agente della ditta, denuncia.Non siamo autorizzati a lavorare in buone condizioni. “

Il mio stipendio non è ben calcolato. Mancano diverse cose e quando chiamiamo Ryanair dicono che ci pagheranno il mese prossimo, poi se ne dimenticano. E il mese successivo si sono dimenticati di nuovo. Denuncia, da parte sua, Evan, un altro ospite. Ci sono persone che aspettano un anno per una piccola parte dello stipendio.

Secondo le nostre ultime informazioni, 23.000 persone sono state colpite da questo sciopero. Di solito vengono tutti informati in anticipo del mantenimento o della cancellazione del loro volo.

Mentre 128 voli sono già stati cancellati, quel numero potrebbe aumentare poiché i piloti hanno annunciato che si uniranno allo sciopero se Ryanair porterà personale all’estero per sostituire gli scioperanti, La cosa che l’azienda ha fatto.

Alcuni aerei sono partiti, alcuni con equipaggi provenienti dall’estero. Ciò che consideriamo illegaleSbotta Didier Lippi, segretario permanente del Consiglio nazionale inglese.

READ  È confermato che il personale di cabina Ryanair lancerà uno sciopero di 5 giorni durante le festività: il 50% dei voli ne risentirà

Test Achats, dal canto suo, ha ricordato che in caso di cancellazione, Ryanair dovrebbe offrire ai passeggeri un volo alternativo o un rimborso. I viaggiatori possono anche richiedere un risarcimento che va da 250 a 600 euro a persona a seconda della distanza che il volo doveva coprire.