Cronaca EVIDENZA Salerno

San Mango Piemonte: armi, estorsione e spaccio, coinvolte 6 persone

6 persone

San Mango Piemonte: detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione aggravata, detenzione illegale di armi da sparo. Nei guai 4 uomini, 2 donne e un minorenne.

Le indagini sono iniziate a seguito dell’omicidio di Ciro D’Onofrio, avvenuto il 30 luglio 2017

San Mango Piemonte. Gli agenti della Polizia di Stato, Squadra Mobile di Salerno, su delega della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Salerno, hanno eseguito 6 misure cautelari personali di cui due applicative della custodia in carcere, una degli arresti domiciliari e tre applicative della misura dell’obbligo di dimora, a carico di 4 uomini e 2 donne tutti domiciliati a San Mango Piemonte. Contestualmente la Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni ha delegato alla medesima Polizia giudiziaria l’esecuzione di una ulteriore misura di custodia in carcere nei confronti di un giovane che, all’epoca della commissione dei fatti, era minorenne. Alle persone raggiunte dalle misure cautelari sono stati contestati i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione aggravata, detenzione illegale di armi da sparo. I provvedimenti cautelari sono stati emessi all’esito di approfondite investigazioni svolte dalla Squadra Mobile mediante intercettazioni, pedinamenti e sequestri. Le indagini sono iniziate a seguito dell’omicidio di Ciro D’Onofrio, avvenuto il 30 luglio 2017. Le attività investigative hanno consentito di scoprire un’attività di spaccio di sostanze stupefacenti, del tipo hashish e cocaina, posta in essere da un intero nucleo familiare con la complicità di alcuni vicini di casa. Le attività tecniche hanno consentito di sequestrare circa 8,5 Kg. di hashish e una pistola semiautomatica modificata, detenuta dal minorenne. La contestazione della aggravante del metodo mafioso è fondata sulle gravi minacce di morte proferite dal principale indagato nei confronti di un pusher e dei familiari di quest’ultimo a seguito del mancato pagamento di un quantitativo di stupefacente.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi