Agosto 13, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ryanair: voli cancellati in Belgio e Francia dopo lo sciopero degli assistenti di volo

In Ryanair, diversi sindacati di assistenti di volo e assistenti di volo hanno chiesto una pausa da venerdì e per diversi giorni in Spagna, Portogallo e Belgio. Sabato in Italia e in Francia sono iniziati gli scioperi.

A Charleroi, solo il 41% dei voli Ryanair è riuscito a decollare sabato e tra venerdì e domenica la compagnia ha dovuto cancellare 127 voli, secondo un portavoce dell’aeroporto belga.

A Zaventem, il più grande aeroporto del Paese, sabato sono state cancellate cinque partenze e cinque voli in arrivo.

Un funzionario sindacale ha riferito all’agenzia di stampa Belga che tutti gli aerei Ryanair con base in Belgio – che rappresentano solo una piccola parte della flotta – sono rimasti sospesi il secondo giorno di sciopero.

A ciò si aggiunge uno sciopero di tre giorni a Brussels Airlines, terminato sabato, che ha spinto la compagnia, che è una sussidiaria di Lufthansa, a cancellare il 60% dei suoi voli, o circa 300, da giovedì.

Solo due dei voli Ryanair per Lisbona e Bruxelles sono stati cancellati sabato, secondo gli aeroporti portoghesi.

Nessuna cancellazione è stata segnalata in mattinata in Spagna, dove, secondo l’USO, sono stati registrati 15 ritardi della compagnia aerea irlandese, sia in partenza che in arrivo. Ma è probabile che la situazione peggiori durante il fine settimana, secondo il sindacato, perché “il sistema di massimo profitto di Ryanair di lasciare una quantità minima di tempo tra i voli creerà ritardi seriali”.

In Francia, dove nel fine settimana era previsto uno sciopero di due giorni, sabato 36 degli 80 voli normalmente operati da Ryanair con personale francese sono stati cancellati, secondo la National Union of Commercial Flight Crew (SNPNC), che ha chiesto un movimento di circa 300 assistenti di volo e assistenti di volo in Francia.

READ  "Conquista i governi e l'industria con la forza della sua ambizione": ecco la persona dell'anno di TIME.

“Quando hanno visto incombere lo sciopero, hanno iniziato a darci acqua sugli aerei, che è una delle cose che chiediamo da molto tempo. Tre giorni fa abbiamo avuto due litri d’acqua. Acqua per ogni membro del personale tutto Europa. In precedenza, dovevamo portare a bordo la nostra acqua”, ha affermato, sottolineando che il primo requisito erano “salari e condizioni di lavoro”.

In Francia, l’aeroporto di Marsiglia – dove Ryanair ha cinque aerei – è stato il più colpito dal traffico con una quindicina di voli cancellati, “il 25% del programma giornaliero di Ryanair in aeroporto”. Secondo l’aeroporto, che rilancia “limitato”. Effetto”.

A Bordeaux (con base con 3 aerei), 14 dei 26 voli di linea della giornata sono stati cancellati sabato, due a Beauvais, dove Ryanair ha due aerei.

Secondo Ryanair Scorebuddy, che elenca tutte le cancellazioni di voli della compagnia aerea low cost irlandese, l’aeroporto belga di Charleroi è stato il più colpito, con 44 voli di ritorno cancellati sabato.

“È la più grande compagnia d’Europa, probabilmente anche la più ricca, e non pagano la loro squadra come dovrebbero”, ha detto Morgues.

Domenica, ha aggiunto, sono stati cancellati sei voli in partenza o in arrivo a Bordeaux.

La società non ha risposto alle richieste dell’AFP.

Ha spiegato ad alcuni dei suoi passeggeri tramite un messaggio di testo, di cui una copia è stata ricevuta dall’Agence France-Presse, che i disordini sono legati allo sciopero di sabato al centro di controllo del traffico aereo di Marsiglia.

Teme un’altra fonte sindacale, “che gli permetterà di indire uno sciopero del controllo del traffico aereo per non risarcire i biglietti dei passeggeri i cui voli sono stati cancellati in transito nell’area sopra Marsiglia”.

READ  Il CAC 40 è impermeabile a guerre e inflazione: piovono ancora miliardi | Economia