Ottobre 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

RTL Belgio cambia organizzazione

RTL Belgium ha illustrato in dettaglio la nuova organizzazione interna che sarà messa in atto per accelerare la trasformazione digitale.


Giornalista nel dipartimento di cultura

Tempo di lettura: 4 minuti

IlL’era delle grandi manovre è iniziata in RTL Belgium due mesi e mezzo dopo l’insediamento del suo nuovo Direttore Generale Guillaume Collard. Nominato a guidare la trasformazione digitale dei canali radiofonici e televisivi in ​​RTL Belgio dopo l’acquisizione da parte di Rossel e DPG alla fine del 2021, ha presentato allo Straordinary Business Council la riorganizzazione pianificata dell’azienda durante l’estate.

L’ambizione è chiara. Oltre ad “aumentare il valore del marchio” e “rafforzare la strategia dei contenuti”, si tratta di accelerare la trasformazione digitale dell’azienda, l’obiettivo centrale del piano e il tradizionalmente riconosciuto “tallone d’Achille”, escludendo se stesso, l’ex CEO di RTL Philippe Delusinne. Per implementarlo, RTL Belgium non ha distolto lo sguardo dalla modalità operativa che adotterà in futuro. È, quasi identica, a RTBF e a molti altri media coinvolti nella trasformazione digitale, con due poli che si intersecano: il polo dei “contenuti” da un lato e il polo dei “media” dall’altro, per guidare lo sviluppo del canale (RTL-TVI, Club, Plug and Bel RTL e stazioni radio Contact e RTL Play) in tutto il mondo. Una strategia descritta dai rappresentanti dei dipendenti come “premurosa, coerente, audace e audace”. [leurs] aspettative”.

Nuovo organigramma

Questa piccola rivoluzione a livello organizzativo ha avuto come prima conseguenza una rottura nella struttura organizzativa messa in atto quattro anni fa da Philippe DeLosse, che lo scorso giugno ha ceduto le redini dell’azienda. La vittima principale, licenziata dopo quindici anni di servizio in azienda, è il direttore generale televisivo, Sandrine Jobeso (ex responsabile delle risorse umane). In particolare, nel 2017 ha implementato il piano di trasformazione Evolve, che ha portato al licenziamento di circa un centinaio di dipendenti degli 800 dipendenti dell’azienda in quel momento, e ha consentito a RTL Belgium di raddoppiare i propri profitti nel 2018.

Abbiamo appreso altrove che è Erwin Labriel, l’attuale amministratore delegato di Radio, che, all’interno della divisione Media, dovrebbe assumere la responsabilità della programmazione e della strategia televisiva, in sostituzione di Sandrine Jobeso.

Ritorno alle origini, in un certo senso, a Erwin Labrelle, che, prima di assumere la direzione della radio, aveva già una lunga esperienza televisiva all’interno del gruppo, come vicedirettore. Per quattro anni a capo delle stazioni radio, ci è stato detto, non l’ha fatto, dato lo slancio previsto di Bel RTL e Contact. Dovrebbe essere sostituito in queste responsabilità da un profilo esterno, il cui nome non è stato formalizzato a questo punto, ma che è attivo da tempo nel settore dei media di lingua francese. A riprova dei cambiamenti avvenuti, il “digitale” sarà ora considerato un mezzo di comunicazione a sé stante nell’organizzazione, allo stesso livello della televisione e della radio.

“Guidare il figlio del rinforzo”

Il direttore generale Guillaume Collard gestirà personalmente anche la divisione contenuti. Sta già iniziando a lasciare il segno lì questa estate, in particolare con l’arrivo di Vincenzo Ciuro, Sport Management, ex animatore/conduttore di Proximus TV e Eleven. Lo sport sarà gestito dal giornalista, che finora è stato introdotto da Laurent Hulot, Direttore dei Media e dello Sport.

Un altro movimento, nella logica dell’intersezione dei media: Philippe Russell, caporedattore di RTL Info Philip Russell assumerà d’ora in poi il ruolo di caporedattore “360”, responsabile dell’informazione per tutti i media, ma anche per riviste di informazione (Tutto è spiegatoE il mi piaceE il Reporter…), ci è stato detto.

Infine, RTL Belgium intende scommettere sull’innovazione e delinea il comunicato stampa dell’azienda, al fine di “rafforzare la sua leadership” e “aumentare l’intersezionalità” nel modo in cui i diversi team collaborano.



A pochi giorni dai canali RTBF, mercoledì dovrebbero essere presentate le novità di RTL-TVI e Club RTL in questo particolare contesto di gioco delle sedie musicali e del previsto cambiamento. “Non sono sicuro che l’atmosfera sarà festosa lì”, esclama uno degli interlocutori interiori. “Ma non ci accontentiamo più dei canali che trasmettono programmi acquistati a picche… forse potremo finalmente immaginare la televisione di domani…”

READ  Questa stazione di servizio vende benzina a più di 2,30 euro al litro, ed ecco la spiegazione del gestore