Agosto 15, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Rotolare per terra…senza toccarsi: Neymar ottiene un rigore dopo una simulazione ridicola (video)

Il PSG ha concluso il suo tour preliminare in Giappone in grande stile con una terza vittoria in tre partite, facendo correre brevemente Gamba Osaka, schiacciando 6-2, e la coppia Neymar e Messi in ottima forma.

Dopo aver battuto Kawasaki Frontale (2-1) e Urawa Red Diamonds (3-0), il campione di Francia ha dimostrato ancora una volta la sua superiorità sui 16 anni e primo giocatore non retrocessione della J-League e tornerà nella capitale di buon umore .

Ora è tempo di cose serie per i parigini che domenica hanno avuto il loro primo grande incontro contro il Nantes durante la Coppa dei Campioni a Tel Aviv. Per questo incontro, Christophe Galtier ha anche deciso di schierare undici persone che sarebbero state senza dubbio quelle che avrebbero affrontato le Isole Canarie in Israele.

Pablo Sarabia è stato colui che ha accompagnato Messi e Neymar in attacco ed è stato il nazionale spagnolo ad aprire le marcature (28), Neymar (32 calci di rigore), Nuno Mendes (37) e Lionel Messi (39) hanno subito seguito l’esempio. Poi il brasiliano N.10 si è regalato una doppia porzione di millimetri dall’amico argentino (59).
Sospeso per la Coppa dei Campioni, Kylian Mbappe è entrato, nell’ultima mezz’ora, e ha segnato un calcio di rigore (86). Il rigore di Neymar è controverso anche sui social.

Sembra che il brasiliano sia già autore di una simulazione molto triste, quando non c’è stato alcun contatto tra la sua gamba e la gamba dell’avversario. Il che non gli ha impedito di crollare e di simulare un dolore acuto come ricompensa.

Un’aggiunta salata ma logica vista l’abissale dislivello tra le due configurazioni. Nantes sarà sicuramente di un tipo completamente diverso e attende fermamente i parigini. Ma per Galtier e i suoi uomini l’importante era migliorare le gamme e testare l’animazione offensiva senza Mbappe e quindi senza un attaccante specifico.
A differenza delle prime due partite in Giappone, l’allenatore del PSG ha rinnovato gli stessi giocatori dopo la pausa, solo per valutare ulteriormente il meccanismo delle sue forze. È stato un incubo per il Gamba Osaka, ma una gioia per i 38.000 spettatori del Panasonic Stadium, venuti a sostenere la propria squadra tanto quanto ad ammirare le stelle di Parigi.

READ  Gol brillante di Perisic e pallonetto di Radu: serata costosa per l'Inter (video)

L’ingresso in gioco di Mbappe (61) ha esacerbato la situazione. L’unico neo di cui Gallier non gioirà: i due gol subiti da Gianluigi Donnarumma (Kisuke Kurokawa 34 e Hiroto Yamami 70). Come nei primi due incontri, la tripla difesa, favorita dall’ex tecnico del Nizza, non è ancora del tutto sviluppata e non sempre trasmette grande serenità.

Bisognerà aspettare la Coppa dei Campioni e soprattutto le prime partite del campionato francese, dal 6 agosto a Clermont, per giudicare la gravità del problema. Ma il girovagare della retroguardia parigina non può che incoraggiare la dirigenza sportiva e consulente calcistico Luis Campos ad accelerare le assunzioni nel settore.