Attualità Cultura e Spettacolo Europa e Mondo EVIDENZA

Rio de Janeiro: un Carnevale di denuncia contro crisi e disuguaglianze

Rio de Janeiro

In attesa di scoprire la vincitrice del Grupo Especial di Rio de Janeiro, proviamo a raccontarvi perché quest’anno le tematiche trattate dalle scuole in gara hanno richiamato l’attenzione globale

Rio de Janeiro – Si sono concluse ieri le ultime sfilate delle scuole di samba di uno dei Carnevali più famosi del mondo, ed oggi, mercoledì 14 febbraio, conosceremo il nome della vincitrice del Grupo Especial. Tanta curiosità e grande tifo come ogni anno, eppure il Carnevale carioca del 2018, a differenza degli anni scorsi, ha deciso di portare alla luce una durissima analisi del presente, che sta preoccupando non poco i brasiliani. Beija-Flor ha scelto Frankenstein come protagonista del proprio samba. Sì, un “Mostro” che porta alla luce tutte le mostruosità del paese come corruzione, disuguaglianza, violenza e discriminazioni razziali, sessuali e religiose. Il samba-enredo è “Monstro è aquele que não sabe amar”. Di seguito, una piccola parte:

Oh Pátria amada, por onde andarás? Oh Patria amata, dove stai andando?

Seus filhos já não aguentam mais! I tuoi figli non ce la fanno più!

Você que não soube cuidar Tu che non hai saputo accudirli

Você que negou o amor Tu che hai loro negato l’amore

Vem aprender na beija-flor! Vieni che te lo insegna Beija-Flor!

Per Mangueira il samba-enredo è “Com dinheiro ou sem dinheiro eu brinco” “Con o senza soldi io mi diverto”. Dopo che il Prefetto di Rio de Janeiro aveva deciso di tagliare i fondi per le scuole di samba, Mangueira non si è persa d’animo: ha scelto di sfilare in low profile, proprio come avveniva in passato. Il pubblico ha gradito molto questa scelta, Mangueira è, infatti, una probabile favorita.
Paraíso do Tuiuri ha scelto come tematiche schiavitù e riforma del mercato del lavoro. L’enredo è: “Meu Deus, meu Deus, está extinta a escravidão?Dio mio, Dio mio, la schiavitù è estinta? E anche qui, come Beija-Flor, il protagonista è una figura spaventosa, un Vampiro o, meglio, un Presidente Vampiro, Michel Temer visto dal popolo come un succhiasangue che sta togliendo tutte le energie al Gigante.

Meno politica, invece, per le altre scuole: Império Serrano, São Clemente Vila Isabel, Grande Rio, Mocidade, Unidos da Tijuca, Portela, União da Ilha, Salgueiro e Imperatriz Leopoldinense.
A partire dalle ore 15.15 (ora locale Br) di oggi presso il Sambodromo Marquês de Sapucaí, si entrerà nel vivo della gara. Sei i giudici chiamati a valutare, quattro titolari e due supplenti. A loro spetterà il duro compito di scegliere la scuola di samba vincitrice dell’edizione 2018.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

news-repubblic

G+

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi