Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Rilascio dell’alimentazione non riuscito

Dalla fine degli anni ’90, l’Unione europea si è adoperata per garantire che una maggiore concorrenza nel settore del gas e dell’elettricità porti a prezzi più bassi, aumenti la concorrenza e garantisca la sicurezza degli approvvigionamenti. E “Le Soir” ha verificato se queste promesse sono state mantenute. L’opuscolo termina con un’ammissione di fallimento.


Articolo riservato agli abbonati

Responsabile delle indagini

Tempo di lettura: 5 minuti

SPer iniziare bene un articolo di giornale, non c’è niente come accumulare banalità.

Banalità n. 1: osservazione. L’Europa sta affrontando prezzi dell’energia più alti che in qualsiasi momento in diversi mesi.

Banalità n. 2: il fattore scatenante. Inizialmente, la ripresa post-coronavirus ha fatto salire i prezzi, anormalmente bassi durante la crisi sanitaria. Ma quando Vladimir Putin ha attivato la sua arma energetica (un forte calo delle esportazioni di gas russo verso l’Europa) i prezzi sono letteralmente saliti alle stelle.


Questo articolo è riservato agli abbonati

Con questa offerta, goditi quanto segue:
  • Accesso illimitato a tutti gli articoli, file e rapporti della redazione
  • Il giornale in versione digitale
  • Lettura confortevole con annunci limitati

READ  "Continua a mantenere la nostra promessa di prezzi più bassi"