Cava de' Tirreni EVIDENZA Salerno

Rifondazione Comunista: l’intitolazione a Gagliardi sorprende i familiari di Fortunato

Rifondazione

Cava de’ Tirreni. Da Giovanni Fortunato a Francesco Gagliardi: cambia intitolazione la sezione cavese di Rifondazione Comunista.

Una decisione presa all’unanimità dai militanti del partito che, però, non hanno ritenuto necessario informare la famiglia di Giovanni Fortunato. Risentiti, dal canto loro, i parenti dello storico “compagno” fondatore cavese. «Nessuna polemica – ha spiegato Vera Fortunato, figlia di Giovanni – ma ci avrebbe fatto piacere essere avvisati».

Il tutto è nato per caso: passeggiando nei pressi della sede della sezione cavese di Rifondazione Comunista, la famiglia si è accorta che la targa – esposta sul balcone del civico 76, in via Alfonso Balzico, e una volta dedicata a Giovanni Fortunato – era stata sostituita.

«Nulla da recriminare all’uomo che ora ha una targa intestata, evidentemente la merita – ha precisato Vera Fortunato – ma nessuno ci ha spiegato perché la sezione di Rifondazione non è più intestata a mio padre. Ci aspettavamo almeno una telefonata. È la cultura della correttezza, della coerenza e della trasparenza che mi hanno spinto a pormi questa domanda».

Scomparso nel dicembre del 2003, politicamente Giovanni Fortunato si forma alla scuola di quanti (come Riccardo Romano, Sebastiano Lambiase e Antonio De Martino) tra gli anni ’50 e ’60 avevano scritto la storia della sezione cavese del Pci. Al momento della scissione scelse poi la strada di Rifondazione Comunista. Candidato alle regionali, capogruppo consiliare a Cava a sostegno dell’allora sindaco Fiorillo, guidò però il partito in autonomia.

«Questa scelta non cambia la storia di mio padre – continua Vera Fortunato – È un’eredità di cui vado fiera. Semplicemente avrei voluto capirne le ragioni. Quella sezione non era intestata alla memoria di un mero defunto; era frutto del suo lavoro e di altri che, nel suo nome, hanno dato il via all’origine di un cambiamento. Un fondatore è un fondatore».

Non si è fatto attendere il chiarimento dei militanti di Rifondazione Comunista.

«Semplicemente – ha chiarito Francesco Lupi di PRC – nel corso di uno degli ultimi congressi era stata presentata alla nostra attenzione, da uno dei compagni, la proposta di cambiare intitolazione e dedicare la sezione a Francesco Gagliardi, anch’egli figura storica di Rifondazione. Una decisione arrivata anche alla luce del poco interesse e la scarsa vicinanza che la famiglia di Giovanni Fortunato ha mostrato negli ultimi anni per Rifondazione Comunista. Perché avremmo dovuto chiedere il permesso? Mi fa piacere, però, che almeno si siano accorti del cambiamento».

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi