Agro Nocerino EVIDENZA Scuola

Riapertura delle scuole a Nocera Superiore: ieri un briefing organizzativo

riapertura scuole

Riapertura delle scuole in primo piano a Nocera Superiore. L’assessore Maria Stefania Riso ha incontrato i rappresentanti degli istituti.

Un primo briefing organizzativo per pianificare la riapertura delle scuole a Nocera Superiore. Nella giornata di ieri, i rappresentanti di tutte le istituzioni scolastiche cittadine hanno incontrato l’assessore all’Istruzione.

Durante il confronto, si è discusso di problematiche strutturali e soprattutto della riorganizzazione di attività e spazi dopo l’emergenza Covid-19.

Il primo step riguarda un calendario di sopralluoghi negli istituti per comprendere le reali possibilità di distanziamento degli alunni in classe. Amministrazioni e istituzioni scolastiche al momento attendono istruzioni in merito dal Governo, che ancora non si è pronunciato in maniera dettagliata.

L’assessore Riso e i dirigenti scolastici hanno concordato sull’ipotesi di procedere con un’attività mista per le scuole secondarie. Optando quindi per suddividere l’attività a metà tra presenza e didattica a distanza.

«La priorità – ha sottolineato Maria Stefania Riso – sarà assicurare il ritorno alla didattica in presenza per gli alunni con disabilità e per coloro che hanno deficit comportamentali». Dunque, si lavorerà per riportare in classe i diversamente abili, gli alunni con bisogni educativi speciali e con disturbi specifici dell’apprendimento.

Uguale priorità sarà riservata ai discenti più piccoli, dunque quelli della scuola dell’infanzia e della scuola primaria. Il tutto andrà comunque valutato nell’ottica di nuovi spazi da recuperare. In tal senso, si valuterà la possibilità di utilizzare le palestre, predisponendo i dovuti accorgimenti, per l’attività ludico-ricreativa delle scuole dell’infanzia.

Il ritorno all’attività in presenza sarà fondamentale per le famiglie in cui entrambi i genitori lavorano e non hanno quindi possibilità di seguire assiduamente la didattica a distanza. «Per queste finalità – ha sottolineato l’assessore all’Istruzione del Comune di Nocera Superiore – avvieremo un lavoro sinergico con le istituzioni scolastiche».

Inutilizzabili due strutture comunali e non ci sono fondi per i modulari

Dall’incontro al Comune sarebbero emersi dubbi sull’adattamento di biblioteca e centro polifunzionale di via Vincenzo Russo. La prima non presenterebbe le adeguate norme di sicurezza. Il secondo, invece, pur avendo nell’atrio gli spazi ampi per l’attività per la scuola dell’infanzia, non ha servizi igienici adeguati.

Un ulteriore “no” avrebbe riguardato anche l’ipotesi di utilizzo di strutture modulari. Il Comune infatti non avrebbe sufficienti fondi per l’acquisto di prefabbricati adattabili all’attività scolastica.

Stop a servizio mensa e trasporto scolastico

Nel corso della riunione, l’assessore ha comunicato la sospensione di servizio mensa e trasporto scolastico. Lo stop durerà fino a dicembre 2020, in attesa di conoscere direttive nazionali anche per questi due servizi.

La comunicazione è stata in seguito data anche durante il consiglio comunale tenutosi ieri sera a Nocera Superiore.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi