fbpx
Campania

Regione Campania: leggi per beni confiscati ed editoria

programmazione forestale

Passa all’unanimità la legge regionale per la riutilizzazione dei beni confiscati alle mafie. Approvata anche la legge regionale per l’editoria, «Norme in materia di informazione e comunicazione istituzionale e di sostegno all’editoria locale».


Riutilizzazione dei beni confiscati alle mafie. La proposta di legge si pone l’obiettivo di favorire la piena riutilizzazione sociale dei bei confiscati alla criminalità organizzata. La legge prevede un piano strategico per i beni confiscati ed il programma annuale degli interventi per la valorizzazione dei bei confiscati; il Fondo unico per i beni confiscati, ripartito in tre macro aree funzionali, azione per le ristrutturazioni, azione per le start up, azione per la valorizzazione delle attività di riutilizzo dei beni confiscati. Previsto l’Osservatorio regionale per i beni confiscati, già istituito con la legge regionale del 2012, che viene presieduto dal presidente della Giunta regionale o suo delegato.

Approvata anche la legge regionale per l’editoria

Con 34 voti favorevoli e 4 contrari è stata approvata la legge regionale per l’editoria. Il testo «Norme in materia di informazione e comunicazione istituzionale e di sostegno all’editoria locale» riconosce e promuove il pluralismo dell’informazione e della comunicazione quale strumento di crescita sociale e culturale, nonché quale diffusione di conoscenza della realtà territoriale regionale e prevede azioni ed interventi volti a sostenere l’informazione e la comunicazione istituzionale attraverso la disciplina dell’organizzazione delle relative strutture previste dalla Legge 150/2000, ovvero Portavoce, Ufficio Stampa e Urp, il Programma annuale delle attività di informazione e comunicazione, e il pluralismo informativo locale, nonché sostenere l’avvio di imprese di giovani giornalisti create da liberi professionisti in forma singola e associata e start up, secondo criteri di pari opportunità, qualità dell’informazione e inserimento di giovani nel mondo del lavoro. Viene istituito il Fondo regionale per il pluralismo informativo e l’innovazione dell’informazione locale prevedendo misure di sostegno per l’editoria radiotelevisiva locale e per la stampa quotidiana e periodica locale finalizzate, tra l’altro, all’innovazione tecnologica, alla conversione delle strumentazioni per la produzione di contenuti web, alla modernizzazione del sistema regionale di produzione dell’informazione locale, agli abbonamenti alle agenzie di stampa locali con sede in Regione Campania, alla produzione e trasmissione di notiziari radio televisivi su base locale.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

laRed TV


ONAIR DALLE 12 ALLE 22

invia le tue segnalazioni al:

G+

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi