Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica Salerno

Raccolta rifiuti, da marzo 2017 ci penserà esclusivamente la Metellia

La Giunta guidata dal sindaco Servalli ha dato mandato alla società in house di procedere a tutte le attività necessarie in vista dell’unificazione di cantiere.

Si avvia alle fasi conclusive l’unificazione di cantiere per la gestione della raccolta rifiuti in città che, a partire dal prossimo anno, passerà nelle mani della Metellia Servizi. La data ufficiale del passaggio è stata fissata. Come si apprende, infatti, dall’atto di indirizzo diramato nella giornata di ieri, la giunta comunale ha dato mandato alla Matellia di «porre in essere tutte le attività necessarie al concreto avvio del servizio di raccolta differenziata a far data dal 01.03.2017». Seguirà una fase di start-up e di stabilizzazione del servizio fino a piena operatività a partire dal luglio 2017.

Ampliamento e riorganizzazione degli spazi

Nei prossimi tre mesi bisognerà dare concreta attuazione a quel cronoprogramma, richiesto dall’amministrazione e prodotto dalla società in house, degli adempimenti necessari per poter arrivare pronti al momento dell’integrazione con le attività oggi svolte dal Consorzio di Bacino Sa/1. Tra questi l’ampliamento e la riorganizzazione logistica degli spazi. La Metellia ha infatti rappresentato l’esigenza di reperire una struttura idonea ad ospitare il nuovo cantiere per automezzi e personale, essendo insufficiente quello esistente in via Ugo Foscolo. La soluzione è già stata trovata. Il Comune darà in locazione alla partecipata il terreno di circa 1300 metri quadri di cui è proprietario, adiacente al civico cimitero e immediatamente a ridosso degli spazi attualmente a disposizione del cantiere Metellia. Inoltre, per l’accoglienza del personale – soprattutto quello femminile – proveniente dal Consorzio di Bacino Sa/1, sarà indispensabile predisporre nuovi spogliatoi.

L’integrazione del personale

Compito della Metellia, dunque, sarà anche quello di provvedere – alla luce dell’unificazione dei servizi – all’integrazione del personale proveniente dal Consorzio di Bacino Sa/1 attualmente in liquidazione. Come più volte confermato anche dal sindaco Vincenzo Servalli, non ci saranno particolari difficoltà per l’assunzione di 28 dipendenti. Qualche problema, invece, riserva l’integrazione dei 7 amministrativi per i quali ancora non c’è una soluzione.

La fase transitoria: non si prevedono aumenti della Tari

Risolte queste incombenze si potrà poi procedere all’affidamento effettivo che avverrà in una prima fase (fino al 30 giugno 2017), tenendo conto dei costi di start-up, alle stesse condizioni economiche praticate dal Consorzio di Bacino per poi predisporre un opportuno adeguamento del canone sulla scorta delle presumibili economie che deriveranno dall’efficientamento del servizio a gestione unificata, con conseguente predisposizione di un nuovo atto convenzionale tra il comune e l’azienda. Per quanto riguarda riscontri diretti sulle tasse dei cittadini si immagina nessuno tipo di alterazione o variazione sulle bollette per la spazzatura, almeno nella fase iniziale di adeguamento dei servizi.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi