Febbraio 8, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Questo italiano detiene il record mondiale di capovolgimento di libri.

Michele Santelia, 63 anni, lavora come ragioniere nel comune di Campobasso (un centinaio di chilometri a nord di Napoli). Se giocherella con i numeri di giorno, di notte, Sta scrivendo sulla tastiera. Invece di passare ore a commentare i post di Facebook, si abbandona spudoratamente a un folle hobby.

In All Cats Are Grey, Michael copia i libri sul suo computer usando il metodo dello specchio di Leonardo da Vinci. In altre parole: li riproduce capovolti – in modo che possano essere letti solo con uno specchio. Conta 81 opere dattiloscritte di questo tipo nella sua incredibile biblioteca.

Manovre di registrazione. Il modello diventa terribile : Michael non solo scrive al contrario, usa quattro tastiere diverse, ma soprattutto non controlla mai lo schermo per assicurarsi che il testo sia corretto. In ogni caso i tasti della sua tastiera sono vuoti: non si vedono lettere.

La ciliegina sulla torta è che moltiplica le lingue, non necessariamente gli alfabeti tradizionali: geroglifici, ebraico antico, cinese classico, maya, etrusco, cuneiforme… fino a glifi indefiniti. Il manoscritto Voynich.

Ritorna a Babele della Pace

Al suo attivo l’Epopea di Gilgamesh, il Libro Egiziano dei Morti, il Codice di Hammurabi, la Bibbia e tutti i testi di Leonardo da Vinci (facile: sono già capovolti)… e il Guinness dei Primati 2022.

Questa occupazione è iniziata nel 1992: aveva allora 30 anni e da allora ha usato facilmente questa capacità che ha scoperto in se stesso. “Scrivo al contrario, ironicamente, proprio per sfidare un mondo che va al contrario.“, spiega ai vertici Guinness dei primati.

E aggiungi:Ci sono eventi infami e intollerabili che non dovrebbero esistere nei tempi moderni. Ma in alcuni paesi autoritari e totalitari ci sono ancora feroci dittatori che uccidono persone indifese per proteggere il loro potere. Un vigliacco!»

READ  "Mi sento francese pur essendo italiano"

Per il resto, Michael conserva una certa umiltà: nella sua disciplina, se i concorrenti non sono legioni, questa esistenza non gli farà riposare nel Guinness 2023. Detiene il record dal 2007 e lo batte ogni anno, aumentando il numero di libri copiati con questo metodo.

Le 81 opere riprodotte ammontano a 4,593 milioni di parole e 1236 kg di libri, superando di parecchie teste una volta impilate. Ha soprannominato l’impalcatura dei libri “La torre rovesciata di Babele».

Ancora, c’è una certa profondità nell’ammiccamento: se la Babele della Bibbia, una volta distrutta, semina confusione tra uomini che parlano lingue diverse, la sua torre di libri è scritta nelle lingue di tutto il mondo. “Come se fosse diretto al contrario: un accenno di ritorno a un mondo meraviglioso. Un luogo privo di violenza frenetica, ideologie deliranti, crimini atroci, male indicibile, potere assurdo e giochi politici.»

Scrittore, forse. Filosofo, ovviamente.

Credito fotografico: Guinness World Records