Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Questo è il peggio”: le vittime di Storm Elliott sono ancora più pesanti

Le autorità statunitensi hanno confermato almeno 26 morti legate a queste condizioni meteorologiche estreme in nove stati.

cNot the Christmas We Wanted”: una tempesta invernale portata da venti gelidi ha sferzato per giorni gli Stati Uniti centrali e orientali, uccidendo più di due dozzine di persone e lasciando decine di migliaia di americani senza elettricità il giorno di Natale.

Particolarmente colpita è stata la contea di Erie, situata nello stato di New York e che comprende la città di Buffalo, con cumuli di neve accumulata che in alcuni punti hanno raggiunto i tre metri di altezza. Almeno sette persone sono morte a causa della tempesta, ha detto il funzionario della contea Marc Poloncars domenica in una conferenza stampa. Alcuni si trovano nelle auto e altri si trovano per strada nella neve.

Da mercoledì sera gli Stati Uniti sono esposti a un temporale di rara intensità, i cui venti polari hanno provocato abbondanti nevicate, soprattutto nella regione dei Grandi Laghi.

Le autorità statunitensi hanno confermato almeno 26 morti legate a queste condizioni meteorologiche estreme in nove stati. Alcuni di questi decessi sono avvenuti sulle strade, rese estremamente pericolose dalle condizioni del ghiaccio e dalla scarsa visibilità. “Questo non è il Natale che volevamo”, ha detto Poloncars, che teme che presto si conteranno altri morti nella contea di Erie. Ha avvertito che “ci sono persone bloccate nelle loro auto per più di due giorni e altre in case con temperature gelide”.

Venerdì è stato imposto un divieto di viaggio nella zona, ma centinaia di persone sono ancora bloccate nelle loro auto. Domenica i soccorsi sono andati da un’auto all’altra per vedere “se hanno trovato dei corpi”, ha descritto Marc Poloncars alla CNN.

READ  Parere positivo degli esperti del patrimonio per la riqualificazione interna

“grande crisi”

“Questa è una grave crisi”, ha riconosciuto il governatore di New York Kathy Hochul, originaria di Buffalo che ha schierato la Guardia Nazionale. “Sono stata colpita da ogni grande tempesta invernale negli ultimi 60 anni”, ha detto. “Questo è il peggio.”

Poloncars ha avvertito che la piena elettricità non sarà ripristinata a Buffalo fino a lunedì e ha invitato i residenti a non lasciare le loro case perché le strade rimangono impraticabili.

Durante la notte sono ancora previste nevicate tra i 30 ei 60 cm, secondo l’ultimo bollettino del servizio meteorologico statunitense (NWS). “Il vento è così forte” che la neve si forma come “dune”, è “pazzo”, ha descritto sabato ad AFP Ali Lawson, 34 anni, che vive a Buffalo da otto anni.