Febbraio 8, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Quello che sappiamo sulle condizioni di salute di Pelè, che trascorre il Natale in ospedale

In ospedale dal 29 novembre, re Pelé, 82 anni, soffre da un anno di cancro al colon. La malattia è peggiorata negli ultimi giorni e le condizioni di salute della leggenda del calcio brasiliano sono ora molto preoccupanti.

Il Brasile prega per Re Pelé. La salute della leggenda del calcio brasiliano è peggiorata negli ultimi giorni. “Siamo ancora qui, nella lotta e nella fede. Un’altra notte insieme”, ha scritto Kelly Cristina Nascimento, una delle sue figlie. Un post illustrato da una toccante foto di lei con suo padre sul suo letto d’ospedale.

All’età di 82 anni, il 29 novembre il tre volte campione del mondo è stato ricoverato all’ospedale Albert Einstein di San Paolo per il trattamento di un cancro al colon, di cui soffriva da quando era stato scoperto un tumore nel settembre 2021.

Insufficienza renale e cardiaca

Nonostante la sua chemioterapia sia stata rivalutata, il cancro sta progredendo. Mercoledì, quasi un mese dopo il suo ricovero in ospedale, l’ospedale ha confermato la cattiva notizia. “Il paziente ha una progressione della malattia e necessita di cure più complete per l’insufficienza renale e cardiaca”, spiegano i medici nel loro bollettino sanitario.

Le sue figlie sono ancora fiduciose

Pelé trascorrerà le vacanze di Natale in ospedale con le sue due figlie, che restano al suo capezzale: “Natale è finito a casa. Abbiamo deciso con i medici, per vari motivi, che era meglio restare qui, con tutte le cure prestate dalla nostra nuova famiglia (dell’Albert Hospital) Einstein”, ha annunciato sui social. Volevano essere ottimisti, promettendo un’atmosfera festosa in una stanza d’ospedale. “Trasformeremo questa stanza in un sambodromo (è uno scherzo) e faremo anche caipirinha (non è uno scherzo)”, hanno continuato, citando il famoso cocktail brasiliano a base di limone e zucchero di canna.

READ  "La variante Omicron continua a mietere vittime"

Il giocatore considerato da molti il ​​più grande calciatore di tutti i tempi ha ricevuto molti messaggi di sostegno dopo il suo ricovero, in particolare dal cracker francese Kylian Mbappe, che ha chiesto “preghiere per il re”. Insieme a Mbappe, Pelé ha fatto la sua ultima apparizione pubblica, nell’aprile 2019, a Parigi, per un evento promozionale con uno sponsor congiunto. Ha dovuto essere ricoverato all’ospedale americano di Neuilly (un sobborgo occidentale di Parigi) per una grave infezione del tratto urinario, prima di essere trasferito direttamente all’ospedale Albert Einstein di San Paolo al suo ritorno. Alla fine del 2014 Pelé aveva già sofferto di una grave infezione alle vie urinarie ed era stato ricoverato in terapia intensiva e in dialisi.