Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Putin dovrebbe lasciare la Russia per essere catturato in un altro paese”

Dobbiamo creare un tribunale internazionale e consegnare Putin alla giustizia”.

Ciò eluderebbe il fatto che la Corte penale internazionale (CPI) ha giurisdizione solo sui crimini di guerra e sui crimini contro l’umanità commessi in Ucraina e non sui crimini di aggressione russi.

Tuttavia, rimangono seri interrogativi sulla fattibilità e la legalità di un tale tribunale e se finirà per perseguire il Cremlino o alti funzionari militari.

“volontà politica”

La creazione dello stesso tribunale richiede la mobilitazione del sostegno globale per perseguire una guerra condotta in Europa, che è una delle principali fonti di sfide.

“Non è insormontabile, ma farà uno sforzo”, ha detto Oona Hathaway, professore di diritto internazionale alla Yale University. Ha aggiunto che ciò dipenderà dalla “volontà politica delle persone coinvolte”.

Suggerisce che c’è un crescente sostegno per l’Ucraina a livello globale: 143 paesi hanno votato a metà ottobre all’Assemblea generale delle Nazioni Unite (UNGA) per condannare l’annessione illegale delle terre ucraine da parte della Russia.

L’assemblea sembra essere l’unico modo per le Nazioni Unite di sostenere la giurisdizione, poiché Mosca userebbe la sua sede permanente per porre il veto a qualsiasi sostegno da parte del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Hathaway ha affermato che il sostegno potrebbe essere limitato a un tribunale che includa solo paesi europei o un’organizzazione regionale come l’Unione europea “perché invia un messaggio sbagliato sul crimine di aggressione”.

‘cambio regime’

La sfida principale è arrestare i sospetti, poiché il reato di aggressione è limitato a funzionari russi di alto rango.

Mosca ha detto in risposta all’appello dell’Unione Europea che non riconoscerà il tribunale e che “non avrà legittimità”.

READ  Gazprom minaccia di tagliare il gas alla Moldova entro 48 ore

Ha sottolineato che “a meno che non ci sia un cambio di regime in Russia, Putin e altri alti funzionari devono lasciare la Russia per essere arrestati in un altro paese e portati (in tribunale)”. AFP Cecily Rose, professore associato di diritto internazionale pubblico presso l’Università di Leida, Paesi Bassi.

Immunità per Putin?

Vladimir Putin e i suoi alti funzionari saranno probabilmente al sicuro da arresti e procedimenti giudiziari, almeno mentre sono in carica e forse anche dopo.

“Se dovessero lasciare la Russia, altri paesi sarebbero senza dubbio obbligati a rispettare l’immunità di queste persone”, ha detto Rose, osservando che la questione è oggetto di accesi dibattiti.

L’ostacolo può essere aggirato se il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ordina a tutti i paesi di cooperare, come è avvenuto nel caso della Corte penale internazionale contro l’ex presidente sudanese Omar al-Bashir. Ma anche qui dovrà affrontare un veto di Mosca.

“Ci può essere un tribunale senza imputati in custodia”, ha detto Rose, anche se le persone potrebbero essere processate in contumacia.

Nocivo per la Corte Penale Internazionale?

La Corte penale internazionale sta indagando su sospetti crimini di guerra e crimini contro l’umanità in Ucraina, dove Kyiv ha accettato la giurisdizione, ma non ha giurisdizione sui crimini di aggressione commessi da paesi che, come la Russia, non hanno ratificato lo Statuto di Roma che istituisce la corte .

La creazione di un tribunale speciale permetterebbe di aggirare questo ostacolo, ma solleva altre preoccupazioni.

“Il significato di eventuali condanne future per questi crimini (crimini di guerra e crimini contro l’umanità) non dovrebbe essere minimizzato o oscurato concentrandosi sul crimine di aggressione”, ha affermato la signora Rose.

READ  Dans l'idée de "poursuivre la diplomatie", il presidente ucraino invita Joe Biden a Kiev