Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Salerno

PUC, l’assessore Minieri risponde all’attacco di Galdi: “Stiamo facendo noi quanto non ha fatto lui”

assessore Minieri

Non si è fatta attendere la risposta dell’assessore all’urbanistica, Giovanna Minieri “chiamata in causa” dall’ex sindaco Marco Galdi a rendere conto sui ritardi dell’approvazione del PUC e sulla mancata attenzione – a detta di Galdi – sull’abrogazione da parte della Regione Campania “dell’ultimo comma dell’articolo 7 della legge regionale 35/87, introdotto con la legge n.16/2014, che consentiva al Puc di apportare deroghe ai criteri del PUT. Abrogazione passata sotto silenzio e che rende vano il lavoro fatto finora”.

Motivo definito talmente rilevante per Galdi per poter portare la stesura del PUC, da richiedere le dimissioni dell’assessore Minieri.

La nota dell’assessore Minieri

“Stiamo facendo noi quanto non fatto da Galdi” risponde con forza la Minieri.

“Il redigendo nuovo Piano Urbanistico Comunale (PUC) – si legge nella nota arrivata da Palazzo di Città – ha visto muovere i primi passi nel 2008, con l’Amministrazione Gravagnuolo, ha proseguito in modo inerme per i cinque anni dell’Amministrazione Galdi, l’Amministrazione Servalli, invece, si è assunta l’onere di risolvere questo annoso problema.

“Ogni tanto l’ex Sindaco Galdi si sveglia e ci ricorda quando non ha fatto in cinque anni – afferma– sorprendendo per i vuoti di memoria rispetto a quanto non portato avanti dalla sua Amministrazione”.

“Basta dire – continua la nota -che le osservazioni presentate nel 2009 durante l’Amministrazione Gravagnuolo sono state valutate dall’Amministrazione Galdi solo nel 2013, quindi, ben quattro anni dopo e tale procedimento non è stato nemmeno concluso. Questa è una delle criticità maggiori che oggi si presentano nel portate a compimento la procedura di approvazione del PUC. Abbiamo dovuto riprendere dagli scaffali le pratiche, ricominciare praticamente tutto daccapo, aggiornando la parte di analisi del territorio ai piani sovraordinati intervenuti e modificatisi nel frattempo, aggiornato l’orizzonte temporale che era al 2016, ripreso il rapporto con il prof. Gasparrini cui era stata affidata la consulenza scientifica. Abbiamo dovuto ricostituire, anche se minimo, un ufficio di piano che era stato completamente smantellato da Galdi, a dimostrazione del suo interessamento . La modifica all’articolo 7 della legge 35/87, vista dall’ex sindaco come panacea risolutiva per l’approvazione del PUC è stata introdotta nel 2014 ma non utilizzata dalla sua amministrazione”.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi