Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Protesta nazionale: le maggiori conseguenze attese all’aeroporto di Bruxelles

I passeggeri interessati verranno informati personalmente nei prossimi giorni.

Tempo di lettura: 1 minuto

BL’aeroporto Russell si aspetta una giornata difficile venerdì a causa della protesta organizzata dai sindacati a livello nazionale. È probabile che il controllo dei passeggeri e la gestione dei bagagli siano particolarmente colpiti dalla carenza di personale disponibile, ha detto domenica un portavoce dell’aeroporto, e ha invitato le compagnie a tagliare i voli.

Il Fronte Comune ha chiesto la mobilitazione nelle strade di Bruxelles per far sentire ancora una volta le sue rivendicazioni sul potere d’acquisto: un tetto ai prezzi dell’energia e una revisione dello standard salariale. La proposta del governo di un assegno massimo di 750 euro per i dipendenti delle società profit non ha convinto.

L’ultimo giorno lavorativo è il 9 novembre. Questa volta non è previsto lo sciopero, ma è probabile che molti lavoratori scioperano per manifestare.

L’aeroporto di Bruxelles chiede alle compagnie di ridurre il loro piano di volo del 70%. Il restante 30% può essere giocato senza difficoltà.

I passeggeri interessati verranno informati personalmente nei prossimi giorni.

READ  Elon Musk ha annunciato le sue dimissioni da CEO di Twitter