Campania eventi Salute Volontariato

Progetto Ludo, l’associazione Chiara Paradiso consegna presidi sanitari al Ruggi – D’Aragona di Salerno

progetto Ludo chiara paradiso

All’ospedale di Salerno consegnati presidi sanitari per il reparto di Pediatria. A donarli l’associazione Chiara Paradiso di Pontecagnano Faiano con il progetto Ludo

Salerno. Giovedì 3 settembre, alle ore 11.00, cerimonia di consegna dei presidi sanitari del progetto Ludo al reparto di Pediatria dell’AOU S. Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona.

I tre presidi sanitari sono donati dall’associazione Chiara Paradiso di Pontecagnano – Faiano grazie ad una raccolta fondi, donazioni private e il 5 per mille 2018.

Gli ausili sanitari saranno consegnati al Day Hospital oncoematologico del reparto di Pediatria dell’ AOU San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, diretto dal primario Rosario Pacifico.

Due presidi, la ludobarella e la ludocarozzina, serviranno per trasportare i bambini e i ragazzi all’interno della struttura sanitaria in modo allegro e amichevole; mentre il carrello medicazione sarà utilizzato dal personale sanitario.

Durante la mattinata il nuovo ambulatorio medico del Day Hospital sarà intitolato a Chiara Paradiso.

Presenti alla cerimonia i volontari dell’associazione, il personale medico e sanitario del reparto insieme al direttore sanitario, Vincenzo D’Amato e al vice sindaco di Pontecagnano, Faiano Di Muro.

“A nome mio e del personale della divisione di Pediatria ringrazio l’associazione Chiara Paradiso per la preziosa donazione di una ludobarella e ludocarrozzina che saranno utilizzate per il trasporto dei piccoli pazienti nel percorso diagnostico e radioterapico – commenta il primario Rosario Pacifico – tutto ciò si inserisce in un progetto ormai da tempo perseguito, ovvero di rendere quanto meno impattante il ricovero ospedaliero, accogliendo i piccoli in un ambiente gioioso, dove la malattia si viva meno traumaticamente .

“Il progetto Ludo – commenta la presidente dell’associazione, Grazia Paradiso – è uno dei tanti sogni di Chiara, che in questi undici anni abbiamo realizzato nelle diverse realtà ospedaliere del nostro territorio. Dal sogno di Chiara al sorriso dei bambini. L’umanizzazione dei reparti ospedalieri con questo tipo di presidi aiuta a rendere la struttura più vicina al mondo dei bambini, così come desiderava Chiara, scomparsa 11 anni dopo aver a lungo combattuto contro il sarcoma di Ewing.”

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi