Luglio 1, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Prima del West Ham – Manchester City: Kevin De Bruyne nel bel mezzo di una trasformazione: un po’ meno passaggi, più gol

Kevin de Bruyne è uno di quei rari giocatori abituati ai doppi. Dall’inizio della sua carriera, il belga ha completato sei stagioni fornendo non meno di dieci assist e segnato dieci gol per i club in tutte le competizioni. Anche se sarà anche un’annata di distinzione, l’anno fiscale 2021-2022 farà davvero la differenza per il curriculum di KdB. Lui, il trequartista, lo straordinario passante, volto dei concetti gardoliani, è sul punto di chiudere un nuovo record con più gol che prestazioni.

premier League

La città, spaventosa ma essenziale c’è

un’ora fa

Riferimento globale nell’esercizio dell’ultimo passaggio, il leader del Manchester City ha deciso di cambiare il suo software quest’anno. Il ruolo di servo non gli bastava più. E anche se il suo club ha appena ricevuto il libretto degli assegni per fornire un grande marcatore, il Red Devil sta cercando sempre di più di finire la partita. con successo. A due giorni dal silenzio della Premier League, l’ex giocatore del Chelsea aveva già segnato quindici gol, quattro volte in Coppa di Lega, FA Cup e Champions League. Questo porta il suo totale a 19 unità, invece di “solo” 12 passaggi in tutte queste competizioni.

“Prima pensava solo ad aiutare”.

La scorsa settimana, al Wolverhampton, si è presentato il centrocampista 30enne Il primo quartetto della sua carriera, dopo un mese di allineamento di quattro partite consecutive con almeno un risultato. Insomma, le gesta di De Bruyne sembrano sempre più simili a quelle dei migliori attaccanti del continente. È una vera sorpresa per un giocatore già maturo, e qualche mese fa ha descritto così le vicende dei suoi sogni Ai nostri colleghi di France Football : “Direi… un assist che avrei dovuto dare tra diversi difensori. Sai cosa intendo? La palla ha colpito abbastanza da cadere nella parte posteriore della difesa, pur rimanendo fuori dalla portata del portiere. “

L’Atletico non lo vuole più: “Griezmann ora rischia un buco nero”

Quindi non commettere errori: De Bruyne ama ancora distribuire il caviale. Ha semplicemente scoperto un’attrazione tardiva per il bersaglio. “Prima pensava solo ad aiutareIl suo allenatore, Pep Guardiola, ha sorriso la scorsa settimana. Ma ora mi sento come, “Mi piace quando i miei compagni di squadra vengono e mi abbracciano perché ho segnato un gol”. È una buona cosa!Questa nuova tendenza, infatti, è nata naturalmente dalle indicazioni del tecnico spagnolo che, in questi mesi, non si è fermato a rinunciare al cuore della superficie avversaria, anche quando giocava al centro dell’attacco professionistico (Gabriel Jesus La maggior parte delle volte).

Difensori confusi

De Bruyne, giocatore fondamentale sempre in grado di servire le ali, ha sfruttato il suo vecchio meccanismo per sorprendere i difensori e provare a colpire, a volte in ingresso in superficie, e spesso dentro. “Deve raggiungere il regno della veritàConfermato Guardiola. In questa stagione ha fatto sempre meglioSoprattutto perché il belga ha un’altra grande forza: con il sinistro è preciso quasi quanto lo è con il destro.

Mbappe, Payet, Dante: il nostro team modello per la stagione L1 2021/22

Abbastanza da renderlo qui troppo completamente pazzo. “Il mio piede destro è il mio piede migliore, ma non ho mai paura di tirare con il sinistrolo catturò Sky Sport. Anche se non è adatto, crea problemi agli avversari perché non saranno più vicini alla boa. Pertanto, ci saranno opportunità fugaci. Un circolo virtuoso.

Ancora meglio, De Bruyne è il più delle volte il bomber, complice i primissimi gol. E spesso in incontri molto importanti. Nelle ultime settimane, ad esempio, ha trovato l’esordio nei primi cinque minuti del match contro Manchester United (4-1), Liverpool (2-2) o Real Madrid nell’andata delle semifinali di C1 (4 – 3). Al Molineux si è fatto vedere doppio in poco più di un quarto d’ora. Ciò che rende la vita della sua squadra un po’ più facile. Soddisfa il suo allenatore:Cos’altro posso dire?chiese Guardiola. Durante la seconda parte della stagione, era vicino alla perfezione. “

Una stagione all’inferno: da Kostel a Yilmaz, gli undici emarginati di L1

premier League

Haaland uccide la suspense in Inghilterra? “Può spezzare il duopolio tra City e Liverpool”

05/12/2022 alle 12:04

premier League

‘Avrei dovuto metterne cinque’: De Bruyne, quartetto ma non bastava

05/12/2022 alle 07:34

READ  Dopo Barcellona e Newcastle, Roberto Martinez è sugli scaffali di un nuovo club europeo