Febbraio 5, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Prende forma la nuova edizione dei Mondiali: 12 gironi da 4, diversa distribuzione tra continenti e… 40 partite in più

È già stato ottenuto dal 2017: saranno 48 le nazioni partecipanti dai prossimi Mondiali contro le 32 delle scorse edizioni. Un numero in aumento, costringendo la FIFA a rivedere completamente il modo in cui si giocherà la competizione.

Fondamentalmente, la FIFA ha pianificato di dividere le 48 squadre in 16 gironi da 3, con le prime due squadre di ogni gruppo che si qualificano per la fase a eliminazione diretta che inizierà con gli ottavi di finale. Ma ormai da diverse settimane alcune fonti parlano di uno spostamento all’interno della FIFA.

La Gazzetta dello Sport, nell’edizione di martedì, dettaglia il nuovo format dei prossimi Mondiali. Le 48 squadre saranno quindi suddivise in 12 gironi da 4. La fase a gironi si svolgerà quindi con le stesse modalità delle scorse edizioni, con una serie di incontri a ritmo incalzante. Come già accade, le prime due di ogni girone si qualificheranno automaticamente per la fase a eliminazione diretta. Si qualificheranno invece anche le prime 8 terze (su 12 gironi). Da questa prima fase di 72 partite in totale, solo 16 delle 48 squadre saranno eliminate.

Per le restanti 32 squadre, la fase a eliminazione diretta deve iniziare dai sedicesimi di finale in modo più tradizionale fino alla finale. Il tutto per un totale di 104 partite contro le 64 degli ultimi anni.

diversa distribuzione

La Gazzetta dello Sport svela anche la distribuzione dei Paesi per continente, che cambia con l’aumentare del numero delle squadre. L’Europa potrà così contare in futuro su 16 rappresentanti, contro i 13 attuali. L’Africa passerà da 5 a 9 rappresentative come minimo, l’Asia avrà diritto a 8 partecipanti e 6 per il Nord America, il Sud America e anche l’Oceania avrà almeno un rappresentante nella Coppa del Mondo (esclusa l’Australia che gareggia nelle qualificazioni asiatiche ).

READ  Formula 1 | Honda teme i segreti di fine stagione alla Mercedes

Infine, gli ultimi due posti saranno assegnati tramite spareggi intercontinentali che coinvolgono paesi di tutti i continenti, eccetto l’Europa.

Anche i dettagli sul format delle qualificazioni europee ai prossimi Mondiali, che scatteranno nel 2025, sono già stati spiegati dal quotidiano italiano. Saranno quindi 12 i gironi di qualificazione (4 gironi da 4, con le finaliste della Nations League teste di serie, e 8 gironi da 5) in cui saranno divise 54 nazioni (Russia esclusa). Le prime 12 del girone si qualificheranno direttamente ai Mondiali. I primi otto classificati nelle manche devono lottare per gli ultimi quattro posti nelle manche.