Benevento Campania Cultura e Spettacolo

Premio Strega 2018, ecco i 12 finalisti

Si è tenuta presso il Teatro San Marco di Benevento, la presentazione dei 12 autori semifinalisti al Premio Strega 2018.

Il giornalista Gigi Marzullo ha condotto la serata, alla quale hanno fatto da corollario gli intervalli musicali a cura del Conservatorio Statale “N. Sala”.

Questa la dozzina candidata alla finale:

  • Marco Balzano, Resto qui, Einaudi
  • Carlo Carabba, Come un giovane uomo, Marsilio
  • Carlo D’Amicis, Il gioco, Mondadori
  • Silvia Ferreri, La madre di Eva, NEO Edizioni
  • Helena Janeczek, La ragazza con la Leica, Guanda
  • Lia Levi, Questa sera è già domani, Edizioni E/O
  • Elvis Malaj, Dal tuo terrazzo si vede casa mia, Racconti Edizioni
  • Francesca Melandri, Sangue giusto, Rizzoli
  • Angela Nanetti, Il figlio prediletto, Neri Pozza
  • Sandra Petrignani, La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg, Neri Pozza
  • Andrea Pomella, Anni luce, ADD Editore
  • Yari Selvetella, Le stanze dell’addio, Bompiani

“Lo scorso anno, questa amministrazione ha fortemente voluto un cambio di location – ha spiegato il sindaco di Benevento, Clemente Mastella – La presentazione dei 12 candidati al Premio Strega sì è tenuta per la prima volta all’aperto, nella suggestiva cornice dell’Arco di Traiano, ed è stato un modo per aprire l’evento alla città. Quest’anno, invece, il ritorno al Teatro San Marco vuole suggellare la riapertura di uno spazio culturale che ci auguriamo possa essere da traino per il rilancio funzionale e la riqualificazione urbana ed estetica dell’asse viario che porta al monumento. Saluto e ringrazio per la presenza i 120 ragazzi giurati della Campania che sono qui con noi stasera in rappresentanza del Premio Strega Giovani, la cui finale speriamo che il prossimo anno possa essere a Benevento. Questa città non può ridursi a mera tappa di un tour. Questa città, per la sua storia indissolubilmente legata allo Strega, merita un ruolo maggiore. Nel frattempo, annuncio l’avvio dell’itinerario per la candidatura dell’Appia a Patrimonio Unesco. È difficile ma ci proveremo”.

“Il Premio Strega è Benevento, Benevento è il Premio Strega. Per arrivare a rendere questa affermazione non un semplice slogan, ognuno deve fare concretamente un passo avanti: il Comune, la Strega, la Fondazione Bellonci. – ha dichiarato l’assessore alla Cultura, Oberdan Picucci.

Al di là della strutturazione tradizionale della serata l’obiettivo è quello, per il prossimo anno, di immaginarne un format che possa rendere la tappa beneventana unica e ancora più suggestiva. Colgo l’occasione per esprimere il compiacimento per la riapertura del “San Marco” che dovrà essere un punto di riferimento per una politica di rilancio culturale e commerciale di tutta la zona dell’Arco di Traiano”.

“La tappa di Benevento del Premio Strega mette in evidenza il legame tra la città e l’Azienda che insieme a Goffredo e Maria Bellonci ha istituito il Premio. – ha commentato l’Ing. Giuseppe D’Avino – presidente della Strega Alberti Benevento Spa e membro del comitato direttivo del Premio Strega – L’ormai classico ricevimento, che si terrà come di consueto nello Spazio Strega all’interno della distilleria di Piazza Colonna, vuole essere anche un simbolo della reciproca appartenenza della città e del liquore. Gli invitati e gli autori si ritroveranno nel salone principale, proprio sotto la storica lavagna che presto verrà portata a Villa Giulia per la proclamazione del vincitore della LXXII edizione. La partecipazione delle istituzioni rinsalda ancora una volta il rapporto collaborativo tra l’impresa ed il comune, nel segno della cultura”.

“La presentazione di questa sera giunge a conclusione di numerosi incontri, tutti molto affollati, che gli autori hanno avuto in varie città italiane. – ha commentato Giovanni Solimine, Presidente della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci – Al di là del Premio, per noi è molto importante avvicinare la letteratura al pubblico, specie nelle regioni meridionali, dove non ci sono molte occasioni per promuovere la lettura e favorire la partecipazione culturale dei cittadini”.

“Questo appuntamento che si rinnova da alcuni anni con i giovani giurati testimonia l’impegno concreto della nostra banca nel sostenere la lettura, che consideriamo  una risorsa strategica di alto valore sociale – ha spiegato il responsabile relazioni esterne di Bper Banca, Eugenio Tangerini – Non è una scelta episodica, dunque, ma la continuazione di un percorso che vuole offrire agli studenti la possibilità di dialogare direttamente con gli autori finalisti del Premio Strega: un’importante occasione di arricchimento culturale per i lettori attenti di oggi, che saranno i cittadini responsabili e consapevoli di domani”.

Vuoi ricevere gli aggiornamenti gratuiti da laRedazione.eu ?

E' facile, semplice e gratuito. Cosa aspetti? Unisciti agli altri lettori

Aggiungi un commento

Cosa aspetti? Dicci la tua!

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi