Campania Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA

Picchia e rapina la ex compagna: arrestato 48enne

pratica pensionistica

L’uomo era sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale con obbligo di dimora

Cava de’ Tirreni. Gli Agenti della Polizia di Stato del locale Commissariato hanno arrestato L. V. quarantottenne, del posto, responsabile di rapina aggravata. L’uomo era sottoposto alla misura della prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno.

In particolare, gli Agenti del Commissariato di P. S. di Cava de’ Tirreni sono intervenuti  a tutela di una donna, aggredita con uno sgabello e rapinata del telefono dall’ex compagno, L. V.,   presso un’abitazione del rione GESCAL di Cava de’ Tirreni.

Gli Agenti hanno rintracciato il 48enne, che si era nel frattempo allontanato con una bicicletta e sono riusciti a ricostruire gli elementi dell’aggressione. La donna era stata  picchiata violentemente dall’ex compagno, che la privava, inoltre, del  reddito di cittadinanza di cui lei è titolare,  sottraendole la relativa “card”, e lasciandole solo un residuo della mensilità, mentre il resto gli veniva prelevato dal convivente a sua insaputa.

Alle richiesta di spiegazioni da parte della donna di questo ammanco, l’uomo aveva reagito con violenza offendendo e colpendo la compagna con pugni alla testa ed al corpo.

La donna ha tentato di telefonare al 112 col suo telefono cellulare, ma l’uomo glielo ha impedito, aggredendola con uno sgabello in legno per poi darsi alla fuga. La donna è stata soccorsa con autoambulanza e curata presso il pronto soccorso dell’ospedale “Santa Maria dell’Olmo”, dove le sono state refertate alcune contusioni.

Gli Agenti del Commissariato hanno rintracciato l’uomo e recuperato il telefono della donna.

L’aggressore è stato tratto in arresto dalla Polizia di Stato per rapina aggravata, con l’ulteriore aggravante dell’essere sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale con l’obbligo di dimora.

Informato il P.M. di turno presso il Tribunale di Nocera Inferiore, l’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Salerno a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi