Agro Nocerino Cronaca EVIDENZA Scuola

Piano Scuola estate 2021: le riflessioni del Comprensivo di Nocera Superiore

Piano scuola estate 2021

Il Miur ha diramato il Piano scuola per estate 2021, per il recupero della socialità e per rafforzare l’apprendimento

L’Ufficio Scolastico Regionale ha inviato ai dirigenti scolastici il Piano Scuola estate 2021. Il programma intende contrastare le vecchie e nuove “povertà educative” determinate dal lungo periodo di emergenza Covid. Dunque, un progetto per recuperare socialità e rafforzare gli apprendimenti. Il tutto, usufruendo di laboratori e di altre attività educative, tra le quali musica e sport.

Il piano prevede tre fasi. La prima è denominata “rinforzo e potenziamento delle competenze disciplinari e relazionali” e si svolgerà nel mese di giugno. La seconda sarà quindi dedicata alle attività cosiddette “C.A.M.P.U.S.” (computing, arte, musica, vita pubblica e sport) e ai “patti educativi di comunità”. Si svolgerà nel periodo luglio-agosto. La terza, in programma a settembre, sarà invece volta all’introduzione al nuovo anno scolastico.

Le risorse a disposizione per le scuole prevedono 150 milioni provenienti dal Decreto Sostegni, altri 320 milioni dal PON per la scuola (risorse europee), 40 milioni dai finanziamenti per il contrasto delle povertà educative.

Le riflessioni del Dirigente dell’Istituto Comprensivo di Nocera Superiore

Il dirigente dell’Istituto Comprensivo Fresa-Pascoli di Nocera Superiore si è soffermato sull’opportunità o meno di aderire alle progettazioni prospettate. Socializzazione, relazione, appartenenza ad una comunità scolastica e al gruppo dei pari rappresentano un diritto inalienabile per gli adolescenti. E la scuola è quindi chiamata a rispondere a questa esigenza di colmare tale gap con tutti i mezzi e le risorse messi a disposizione.

Se questo bisogno di recupero e amplificazione di spazi di socializzazione sarà manifestato e testimoniato da una condivisione dell’utenza, noi non ci tireremo indietro. Il dirigente Michele Cirino ha ribadito che i Pon estivi 2021 possono integrarsi alla perfezione dunque con la sua visione di scuola fuori dalla scuola.

L’idea di allargare l’attività didattica all’esterno delle strutture andrebbe incontro alle nuove esigenze dettate dalla pandemia. Quelle distanze che appunto nelle aree esterne sarebbero maggiormente rispettate.

Tuttavia, al momento proprio la situazione degli spazi esterni, in particolare quelli del plesso Fresa-Pascoli di viale Europa, non è delle migliori, soprattutto per l’attività fisica degli alunni. Le due palestre della struttura, infatti, sono chiuse in attesa di lavori di riqualificazione al momento non ancora partiti. Il piccolo “anfiteatro” adiacente alle palestre coperte non è tuttavia omologato per l’attività ginnica; né è possibile sfruttare le ampie aiuole per queste finalità.

Dunque, pur aderendo alle progettualità sportive del Piano Scuole estate 2021, le strutture della Fresa-Pascoli non sarebbero utilizzabili. E il problema potrebbe porsi anche per il prossimo anno scolastico, qualora le due palestre coperte non fossero riqualificate in tempo per il mese di settembre.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi