EVIDENZA Intervista Nocera Superiore Politica Salerno welfare

Piano di Zona S1, Cuofano: “Prima di costituire azienda speciale, valutiamo”

Considerando l’esiguità delle entrate delle casse dei Comuni, la gestione dei servizi sociali per le Amministrazioni rientra tra le noti dolenti con le quali fare i conti.

Nocera Superiore. Il sindaco Giovanni Maria Cuofano punta ad una sorta di “rivoluzione” affinché si riesca ad offrire servizi adeguati e tenere sotto controllo gli sprechi. Almeno è quello che si propone e il consiglio comunale lo scorso novembre ha appoggiato la sua visione.

La spinosa questione riguarda l’adesione e la programmazione dei servizi erogati dal Piano di Zona S1 sub ambito 1, al quale Nocera Superioe appartiene, insieme a Nocera Inferiore, Roccapiemonte e Castel San Giorgio.
“Non siamo convinti della richiesta prevista dal TUEL di creare una partecipata – spiega il sindaco Giovanni Maria Cuofano – di contro abbiamo certezza rispetto alla qualità dei servizi sociali erogati sino ad oggi. Sono servizi efficienti che soddisfano i bisogni delle comunità e a tal proposito, ragioniamo sulla possibilità di una convenzione tra i Comuni del Piano di Zona”.
“Non capisco perché dovremmo fare un Consorzio – scelta già risultata fallimentare in passato – afferma Cuofano – e non una semplice e più snella convenzione per la gestione dei servizi sociali. Abbiamo fatto fare un prospetto dei costi: sono molto più alti, noi, poiché andiamo andiamo incontro a tagli dalla Regione sui servizi sociali, vogliamo ottimizzare i pochi finanziamenti. E’ il momento di far prevalere l’interesse delle nostre comunità”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi