Novembre 26, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Per evitare di danneggiare la loro salute”, usano “smettere di fumare tranquillamente” al lavoro

“Lavora di più per guadagnare di più.” Slogan della campagna Nicolas Sarkozy Nel 2007 oggi sembra un anacronismo. A due anni dall’inizio della crisi sanitaria legata al Covid-19, il contesto è molto cambiato. Al punto da vedere emergere una nuova filosofia del lavoro, “Decollo tranquillo” O la “silenziosa rassegnazione” che è apparsa tic toc, che consiste nel fare solo il minimo nel proprio lavoro. Ciò significa non fare gli straordinari, non rispondere alle e-mail fuori orario, non accettare responsabilità o compiti extra o addirittura fermarsi per “aiutare” un collega.

Secondo Adrian Scimama, Presidente di Talent.com, piattaforma che pubblica quasi 4 milioni di offerte di lavoro ogni mese, “ Generazione Z Oggi è più attento alle condizioni di lavoro e al welfare. Non accettano più lavoro in alcun modo e ad ogni costo. Abbiamo chiesto ai nostri lettori 20 minuti Se praticano questa “silenziosa rassegnazione”.

La prima reazione per molti è dire che la tendenza è tutt’altro che nuova. Jean, ad esempio, applica i suoi principi da molto tempo, “molto prima che questa pratica di un nome venisse scoperta su TikTok”. “Devo essere in anticipo sui tempi, visto che lo faccio da sedici anni”, assicura Roman al quale “sembra normale che fare il lavoro venga pagato”. A 55 anni, Olivier ha sempre avuto una filosofia di “dimmi che il lavoro non è tuo amico”.

amministrare

Ma altri lettori sono passati al “decollo silenzioso” dopo un po’. A volte dopo una delusione professionale. È il caso di questo lettore che lavora ancora per la stessa azienda, preferendo rimanere anonimo. “Sono stato un agente perfetto, appassionato del mio lavoro”, dice. Poi è entrato in conflitto con la sua nuova amministrazione che ha cambiato il suo servizio. Da allora, ho deciso di non prendere altre iniziative. Arrivo in tempo, ma se riesco a scappare presto, lo farò. »

READ  Sperma, nidificazione di microbi ancora poco conosciuti

Alcuni dei nostri lettori sono rimasti delusi di fronte alle promesse di crescita o progresso non mantenute. Figo funzionario in Polizia Stradale : “Sono diventato capo dipartimento nel 2017. A quel tempo, mi è stato chiesto di accettare il lavoro e che avrei cambiato grado. È il 2022 e ho ancora lo stesso grado, quindi capisco le persone che fanno il minimo indispensabile e non si assumono più responsabilità”.

Il motivo per cui i lettori citano più spesso per giustificare la loro mancanza di entusiasmo è la “mancanza di riconoscimento” della loro gestione. “Perché dare il 100% a un’azienda che pensa solo ai numeri e non gestisce nemmeno i suoi team? Nael chiede del suo capo.

Più in generale, la gestione del personale è spesso esclusa. Julian, un informatico, è il più importante: “Mi sono reso conto che l’unica cosa motivante sul lavoro è il mio progresso personale. La cultura aziendale non c’è più, né la gestione umana. Il salariato mi ha privato del lavoro che amo. ” Ecco perché lo farà ora [se] Trovare lavoro [lui] Non esercitare pressioni”.

stai in salute

Per altri bisognava andare ‘al limite Bruciato. “Ho subito molte pressioni perché mi sono assunto sempre più responsabilità”, afferma Remy, un ingegnere informatico. Nel 2019 si prepara a trasformarsi. “Da quel giorno ho deciso di rispettare rigorosamente gli orari e di non esagerare più. Stranamente, sono riuscito subito a dormire la notte. Pascal, un lavoratore a contratto del servizio pubblico regionale, dopo aver avuto un ictus, ha deciso di praticare ‘ tranquillo decollo’ sul serio. No, ancora una volta faccio un regalo a un datore di lavoro che, per il suo atteggiamento, non lo merita. Nessun lavoro nel settore pubblico o privato vale la pena danneggiare la salute. “

READ  Salute: la proposta PCQ rischia di pagare dei costi, secondo un esperto

“Smettiamola di ucciderci con la missione di sostenere la cultura del trambusto [la culture du burn-out] È anche ciò che si dice Video TikTok che ha promosso il “decollo tranquillo” in Francia. Marcel, 72 anni, conosceva questo modo di vedere il lavoro: “Fai più aiuto, non guardare l’orologio, porta a termine ciò che il cliente ha promesso ad ogni costo, è sulle ginocchia delle persone della mia generazione”.

Il lavoro come “mezzo di liberazione”

Tuttavia, questa pratica non è unanime. Michael crede che “la natura umana vuole che superiamo noi stessi per prosperare”. Gli ultimi due anni possono aver cambiato mentalità nel breve termine, ma il lavoro è stato e continuerà ad essere un veicolo di liberazione e sviluppo personale e sociale. Secondo Frederick, un “decollo tranquillo” non è una soluzione a lungo termine. Invece di fare meno lavoro in un lavoro che non ci piace, perché non fa per noi, è meglio trovare un lavoro che ci sentiamo davvero al nostro posto e che ci soddisfi. »

Jules, invece, rifiuta del tutto questo concetto: “Il termine ‘cessare il fumo’ mi fa impazzire. Invocare le dimissioni per il rispetto rigoroso del contratto non è altro che un modo per far sentire in colpa il dipendente pur di prenderlo fare di più gratuitamente. Se il datore di lavoro fa una richiesta, non si aspetta di ottenere il 10% in più. Non capisco perché sarebbe diverso per il carico di lavoro dei suoi dipendenti. “