Agro Nocerino

Pendolari Linea Storica Napoli – Salerno. Nuovo vertice a Nocera Inferiore

Linea Storica

Pendolari Linea Storica Napoli – Salerno. Nuovo vertice a Nocera Inferiore

Preoccupano le voci, non ufficiali, circa una nuova prolungata chiusura a breve della Linea a causa di lavori presumibilmente nella zona del Trincerone di Salerno.

Nocera Inferiore. Si è riunita ieri, presso la sede della ProLoco Nuceria Alfatern, l’assemblea del comitato dei Pendolari. Un incontro voluto per far fronte ai disagi che stanno penalizzando e non poco l’utenza.  Si è ribadito, innanzitutto, all’unanimità di continuare la lotta affinché la linea ferroviaria storica Napoli Salerno ritorni promiscua, e pertanto percorsa anche dai treni cosiddetti “diretti”, e la rinnovata Stazione di Nocera Inferiore abbia nuovamente la funzionalità che le compete. Inoltre, è stato sottolineato il forte nesso tra questa lotta e la tutela dell’ambiente in un corretto ambito di Mobilità Integrata Sostenibile.
I pendolari della Linea Storica hanno deciso di chiedere un incontro urgente con la Regione, Trenitalia e Rete Ferroviaria Italiana anche in considerazione del cambio semestrale dell’orario ferroviario di metà giugno e per ottenere un seguito alle aperture manifestate dai suddetti Enti in particolare all’incontro del 6 dicembre 2017. A sostegno di tale lotta è stato deciso di interpellare i livelli politici parlamentari sia regionali sia nazionali.

Sulla possibile chiusura della Linea Ferroviaria Storica.

In base a notizie non ufficiali ci sarebbe il rischio di una nuova prolungata chiusura a causa di lavori presumibilmente nella zona del Trincerone di Salerno. Sarebbe la quarta chiusura prolungata nel giro di quattro anni. L’assemblea ha espresso la considerazione che, così come avveniva fino a qualche anno fa, i lavori sulla Linea Storica, così come tutt’oggi avviene in tutta Italia, debbano essere effettuati solo in orari tardo-serali e notturni e con modalità tali da non danneggiare gli utenti. “Ciò in base all’elementare constatazione che sia Trenitalia S.P.A. sia Rete Ferroviaria S.P.A. – si legge nella nota scritta da Antonioluigi Villani – sono società concessionarie di un servizio pubblico, formalmente private ma interamente partecipate da denaro pubblico e consequenzialmente tenute a rispettare la normativa sulla trasparenza degli atti amministrativi: infatti la chiusura prolungata di una linea ferroviaria si configura quale atto amministrativo e deve essere rigorosamente motivata. Il Comitato ha altresì stabilito che, qualora dovesse verificarsi questa deprecabile immotivata evenienza, adotterà tutte le iniziative idonee a fronteggiarla ed in particolare una segnalazione circostanziata alla Procura della Repubblica presso la Sezione Giurisdizionale per la Campania della Corte dei Conti ed un esposto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale territorialmente competente”.

Da registrare, inoltre, un rammarico emerso da parte dell’assemblea dei Pendolari della Linea Storica circa la lontananza dell’Amministrazione comunale di Nocera Inferiore da tale grave problema. Presenti ieri sera le solo espressioni della minoranza del parlamentino cittadino, nelle figure di Tonia Lanzetta e Vincenzo Spinelli.

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi