Settembre 26, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Paul Pogba conferma di aver pagato una somma di denaro ma di non aver lanciato un incantesimo su Kylian Mbappé | fuori dal gioco

Nel caso Pogba, Paul ha valutato con gli inquirenti che suo fratello Matthias era sotto pressione da sospetti ricattatori, ha affermato il quotidiano Sunday Info, che ha esaminato il verbale della seconda udienza, ad agosto, del campione del mondo di calcio. Una fonte vicina alla famiglia aveva citato all’Afp la tesi di Matthias Pogba “sotto pressione”.


scrivere


Ultimo aggiornamento:
09-04-22, 21:34


fonte:
con AFP

France Info afferma anche che Pogba ha negato durante questa seconda udienza di aver assunto un mentore per lanciare un incantesimo sulla star della squadra francese Kylian Mbappé. Il giocatore della Juventus ha spiegato agli inquirenti di averlo pagato per un’associazione umanitaria che aiuta i bambini in Africa.

“Ci penserai ora che hai ricevuto un bonus firma”, gli aveva scritto anche il fratello tramite una lettera questa estate, quando il nazionale era appena arrivato a Torino. Pogba ha cambiato il numero due volte per piantare i suoi inseguitori, ma inutilmente, secondo FranceInfo.

Secondo informazioni precedenti dei media francesi, confermate da una fonte che conosceva la questione all’AFP, Paul Pogba ha detto agli investigatori durante una prima udienza di essere stato circondato da amici d’infanzia e due uomini mascherati armati di fucili d’assalto, e lo ha incolpato. lui per non averli aiutati finanziariamente. Avrebbe chiesto 13 milioni di euro e sostiene di aver pagato 100.000 euro. Tra i sospettati, afferma di aver conosciuto suo fratello maggiore Matthias.

La Procura di Parigi ha aperto, venerdì, un’indagine giudiziaria su un caso di estorsione denunciato dal fuoriclasse del calcio francese e dalla Juventus Torino.

READ  Voci recenti di trasferimento 16/06: Hazard - Skamaka - Cho - Zirkzee - Dost - Kremencic - Reynolds - Ex

Un mese fa è stata aperta a Parigi un’indagine preliminare su questo sorprendente caso, iniziato dopo una denuncia del 16 luglio di Paul Pogba alla Procura della Repubblica di Torino. La Procura della Repubblica di Parigi, Laurie Bekou, ha annunciato in un comunicato stampa, venerdì, che le indagini erano state affidate a due giudici inquirenti.

Un misterioso video di Mathias ha rivelato questo caso

Un’indagine giudiziaria contro S. con l’accusa di “estorsione con arma in una banda organizzata, sequestro di persona o detenzione con la sua liberazione prima del settimo giorno in una banda organizzata per preparare o favorire la commissione di un reato o reato e partecipazione a una banda criminale con lo scopo di commettere un reato”.

Il caso è stato rivelato dopo che il 27 agosto è stato pubblicato un misterioso video di Mathias Pogba, il fratello maggiore del giocatore che è un calciatore professionista, che ha promesso di “scoprire” Paul.

Quest’ultima, la sua consigliera Rafaela Pimenta e sua madre, Yo Moriba, la madre di Matias, avevano menzionato in un comunicato stampa “minacce e tentativi di estorsione in una banda organizzata” contro Paul Pogba.

Leggi anche

“Tentativi di ricatto” minacciati dal fratello Mbappe “Marabuti”: il caso Pogba scuote il calcio francese