Ottobre 5, 2022

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Pascal deve portare regolarmente il marito in ospedale e optare per il pagamento automatico del parcheggio: “385,60 euro!”

Il marito di Pascal, che soffre di cancro, deve spesso andare in ospedale per un consulto. Per facilitare questo compito più difficile, condivide il sistema di riconoscimento delle targhe Q-Park. Questa tecnologia avrebbe dovuto far risparmiare molto tempo alla coppia… ma un malfunzionamento è costato loro un sacco di soldi. Stanca dei tanti scambi con la società di parcheggio, ha deciso di raccontarci la sua esperienza con il nostro pulsante di avviso arancione.

Pascal si reca regolarmente all’ospedale Saint-Luc di Bruxelles con il marito, Ricardo, che soffre di cancro. Visite abbastanza dolorose, senza il fastidio del parcheggio dell’ospedale, gestito da Q-Park.

La direttrice di un centro medico di Bruxelles pensava di aver trovato un sistema per affrontare il problema dei malfunzionamenti degli apparecchi di pagamento: “Otto volte su dieci, quando esci, c’è solo una macchina su quattro che lavora sulla spinta. Non so quante volte ho dovuto pagare un’ora in più a causa della coda“, si rammarica Pascal. Così la coppia è ricorso a un sistema che sembrava loro rivoluzionario. Registrando la targa al Q-Park, vengono riconosciuti alla paratia e Pascal viene addebitato in base al tempo trascorso all’istante, senza prendere biglietto. “è ottimo !Si rallegrava”. Quello che non sapeva era che un problema tecnico le sarebbe costato un sacco di soldi.

Dopo un anno di chemioterapia, le condizioni di Ricardo sembravano stabili. Ma da poco ha preso il sopravvento la leucemia: “Il medico ci ha chiamato per dirci che i risultati non sono molto buoni e dovremmo venire ogni mese invece che ogni trimestre“Mi dispiace. Ha lasciato l’ospedale dopo una delle sue visite mensili a metà maggio.”Le sbarre erano aperte a due ingressi del parcheggio perché i tecnici stavano lavorando alle macchinespiega Pasquale.

READ  La Banca nazionale svizzera vuole aumentare i suoi tassi di circa il 10%

Un mese dopo, una nuova consultazione: “Quando si è presentato davanti alla sbarra ha dovuto prendere un biglietto perché il riconoscimento targa non funzionava. Ha pagato 4,80 euro alla macchinetta prima di partire e quando è arrivato al checkpoint si è aperto senza dover mettere il biglietto.A quel punto, il sistema ha controllato la targa di Ricardo e ha chiuso il parcheggio il mese precedente:La nostra banca ha detratto 385,60 euroSbagliato, ovviamente…

Non sono i pazienti a sopportare le conseguenze dei loro problemi tecnici

Questa esperienza è solo la più cara tra tante altre: “Due anni fa, quando andavo in ospedale ogni giorno, stavo già avendo gli stessi tipi di incidenti di mio marito. Presumibilmente sono stato fuori per 24 ore o una settimana‘ ci dice Pascal.

Per riavere questi soldi è impegnata, come sempre, a chiamare il servizio clienti, ma non è un compito facile: “Ci mette sempre un po’ a rispondere, poi mi hanno chiesto la prova che è rientrato a giugno, oltre alla prova che è stato addebitato sul nostro conto bancario“, spiega. Grazie al biglietto acquistato a giugno, quando il sistema di riconoscimento non funzionava, è possibile effettuare il rimborso, dopo diversi scambi con l’azienda.

Pascal era stremato da questi frequenti problemi e dalla malattia del marito: “Non sono i pazienti o le persone che parcheggiano la propria auto nel parcheggio ad essere responsabili dei loro problemi tecniciSebbene la coppia fosse stata risarcita, Pascal e Ricardo credevano che”I pazienti dovrebbero lottare per la guarigione, non per riavere i loro soldi, questo Q Park Chi dovrebbe risolvere questi problemi tecnici una volta per tutte“.

READ  SIR Boost Bel 20 | I preferiti di GBL e EVS su KBC Securities | Gol segnati su KBC, ING ed Euronav (+briefing)

Conosci il tabellone in piena espansione

Il sistema, disponibile in Belgio da due anni, sta diventando sempre più popolare, secondo Philippe de Brabantre, direttore generale di Q-Park:Un quarto dei nostri clienti lo utilizza già. controA si è sviluppato fortemente durante il periodo covid, e ora aumenta ogni mese‘, si rallegra.

Non succede più

Il regista sottolinea che il sistema è molto efficace: “Le fotocamere sono state riconosciute dal 97% due anni fa, oggi sono il 99%Ma ammette che alcune persone potrebbero avere problemi:A volte la lavagna non viene letta abbastanza velocemente e la persona preme il pulsante, ma questo accade raramente“.Il problema di solito si risolve rapidamente, perché l’azienda”Può vedere se c’è un doppio batch direttamente‘, precisa Philip de Brabanter. Per essere risarciti, non c’è altro modo che il servizio al cliente.

In futuro, Q-Park spera di persuadere più clienti, e “in un mondo perfetto”, a sbarazzarsi delle biglietterie automatiche, ma il manager concorda che non sarà presto. Nel frattempo dovrebbe arrivare il seguente sviluppo: i clienti potranno utilizzare un codice QR per rientrare nel parcheggio e ritirare la propria auto, invece di digitare un codice.

Come recuperare rapidamente i tuoi soldi?

Nella speranza di riavere i tuoi soldi velocemente, dopo un problema tecnico di questo tipo, ci sono alcune tecniche. Secondo il portavoce di Test-Achat, Jean-Philippe Ducarte, è normale che questo tipo di processo richieda tempo: “Convincere le persone a pagare è veloce, ma pagarlo a volte è complicato‘, ha ammesso.

Usa abbastanza un tono minaccioso

L’esperto consiglia, come primo passo, di conoscere le condizioni generali dell’azienda, “Per vedere se ci sono condizioni speciali, se è previsto un certo limite di tempo per il rimborso“.nel suo scambio con l’azienda, il cliente non dovrebbe esitare a partecipare.”Prova conclusiva che rientra nei limiti dei suoi diritti“. queste comunicazioni devono essere effettuate tramite e-mail o anche tramite raccomandata, per iscritto a tale, fino a quando non ci sono prove degli scambi. Anche Jean-Philippe Ducarte consiglia l’adozione”Tono abbastanza minaccioso“Per convincere la società a elaborare il file. Nelle sue parole, rimborsi”.Non è una priorità per loro e si prendono il loro tempo“Si tratta, quindi, di non perdere la pazienza e di non arrendersi alla questione, se sei nei tuoi diritti, perché a volte”.Tutto è fatto per scoraggiare“.

READ  Il più grande calo dell'anno per il Dow Jones di Wall Street a causa dell'omicron variabile