Campania Cronaca EVIDENZA Salerno

Pagani, vertenza Telis: arrivano le rassicurazioni della Regione

il Mise

Disponibilità massima, ma nessuna notizia confortante o positiva nell’immediato per i lavoratori della Telis, ormai in mobilità da una settimana. La cassa integrazione è scaduta lo scorso 5 luglio per 57 lavoratori dello stabilimento di via Filettine a Pagani. Ieri nelle stanze del Consiglio Regionale al Centro Direzionale di Napoli c’è stato un incontro fra la curatela, le organizzazioni sindacali e l’assessore regionale al lavoro, Sonia Palmeri. Disponibilità massima, si diceva, da parte della curatela, il cui obiettivo è quello di salvaguardare i livelli occupazionali. Ma disponibilità anche da parte dell’assessore Palmeri, la quale ha promesso che farà pressione sul Mise, per ottenere un impegno concreto dell’Enel, per far ritornare la commessa che è stata tolta allo stabilimento di Pagani per la realizzazione dei contatori. Con quella commessa, si potrebbe così ridare speranza ai lavoratori ed incentivare anche l’imprenditore che già si era reso disponibile a rilevare l’azienda, ma che aveva fatto un passo indietro dopo che la commessa era stata ritirata. Per oggi è previsto un altro incontro al Ministero dello Sviluppo Economico con l’Enel, al quale i lavoratori hanno chiesto che partecipi anche l’assessore Palmeri. “Sono mesi che i dipendenti si sentono dire queste cose – ha detto il sindacalista Paolo Coppa – ma purtroppo di certezze e di lavoro ancora non se ne vedono. Solo questa Giunta del fare se vuole può risolvere questa vertenza”.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi