Agro Sarnese Nocerino Ambiente Pagani Salerno

Pagani, rischio frana. L’Autorità di Bacino ricalcola la mappatura delle zone a rischio

monti lattari
monti lattari

I monti che sovrastano la città di Pagani sono particolarmente attenzionati dall’Autorità di Bacino della Campania Centrale. Infatti, lo scorso mese di agosto, il Comitato Istituzionale dell’AdB ha adottato la proposta di riperimetrazione di aree a pericolosità da frana nell’ambito del Comune di Pagani.

Un provvedimento che ha previsto una sorta di ricalcolo delle zone più pericolose e che potrebbero essere soggette a frana, sul territorio di Pagani. La mappatura precedente, infatti, non coinvolgeva l’area urbana, ma si limitava ad evidenziare come zone a rischio, più o meno moderato, quelle montuose, ai confini con Nocera Inferiore dal lato Sud e con Sant’Egidio del Monte Albino sul lato Nord. La nuova proposta, entrata in vigore ad inizio settembre, prevede un livello di attenzione più elevato, anche alla luce di una “stagione delle piogge” che si preannuncia intensa. La proposta di riperimetrazione da parte dell’Autorità di Bacino della Campania Centrale si qualifica anche come proposta di variante al vigente PSAI, il Piano Stralcio di Bacino per l’Assetto Idrogeologico. Soggette a riperimetrazione anche altre aree dell’Agro Nocerino-Sarnese, come ad esempio nel comune di Nocera Superiore, oltre che di Napoli e Vico Equense.

La nuova proposta 
La proposta, che poi dovrà essere attuata, sarà sottoposta al vaglio anche del Comune di Pagani, della Provincia di Salerno e della Regione Campania in una conferenza programmatica.
Attenzione alle zone montane, ma non solo, perché le prime piogge autunnali delle scorse settimane hanno costretto il Comune ad accelerare una serie di lavori. A breve saranno implementate le reti fognarie di via Leopardi e via Sorvello. Proprio in quest’ultima arteria, che separa Pagani da Sant’Egidio del Monte Albino, i due Comuni hanno intenzione di creare una vasca di contenimento delle acque piovane, per evitare che queste si riversino nelle strade e comportino l’allagamento delle stesse.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi