calcio Paganese Pagani Sport

Paganese, iscrizione più vicina. Arriva la sospensiva

la red - paganese

Iscrizione più vicina per la Paganese Calcio. Ieri mattina, il presidente della Commissione Tributaria Provinciale di Salerno, Pasquale Perretti, ha emesso un provvedimento di sospensiva della provvisoria esecutività del contestato diniego dell’Agenzia delle Entrate, che aveva rifiutato la transazione richiesta dalla Paganese. Un provvedimento che ha efficacia fino alla sentenza di primo grado, ma che in questo momento è necessario per le sorti degli azzurrostellati. Infatti, con la sospensiva, la Paganese può inoltrare il ricorso avverso l’esclusione dal campionato da parte della Covisoc (ha tempo fino alle 19 di oggi), con ottime possibilità che venga accolto, anche perchè non dovrebbero più sussistere ostacoli. La Covisoc farà i dovuti accertamenti in questo fine settimana, poi il 19 luglio sarà il Consiglio Federale a confermare le squadre che parteciperanno al prossimo torneo. Quindi l’iscrizione al campionato di Lega Pro appare più vicina: questo provvedimento era l’ultima carta della società per evitare la mancata iscrizione.
La vicenda l’hanno poi spiegata nella tarda serata di ieri, gli avvocati che hanno presentato il ricorso per la Paganese. “Dopo aver instaurato con precisione certosina la procedura di transazione fiscale rispettando tutto quanto previsto dalla normativa in materia ex art. 182 ter (normativa recepita dalla Circolare emanata dell’Agenzia delle Entrate di Roma n. 40/E del 18.04.2008) l’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate ha effettuato richieste pretestuose che nonostante l’assurdità delle stesse sono state esaustivamente adempiute in tempi celeri. Questo non è servito perché l’Agenzia delle Entrate, oltre il termine utile stabilito dalle rigide normative calcistiche per l’iscrizione al prossimo campionato di calcio, ha emanato un provvedimento di diniego pregiudizievole sia per l’Erario stesso sia per la società Paganese Calcio 1926 srl la cui mancata iscrizione ne avrebbe determinato la fine calcistica e societaria. A questo punto della complicata e affannosa vicenda intervengono l’Avv. Cosma Baio e il Dott. Vincenzo Spera con il supporto dell’Avv. Filippo Castaldi che riescono ad ottenere un provvedimento di sospensione emesso dal Presiedente delle Commissioni Tributarie di Salerno adito, Dott. Perretti Pasquale, che ha sospeso il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate contestato per palese illegittimità tenuta dell’Ufficio di Salerno. Il successo che ha evitato un danno grave ed irreparabile non solo per la Paganese Calcio ma per l’Erario medesimo è stato ottenuto impugnando l’assurdo provvedimento (emanato oltre i termini di legge) dinnanzi la Ctp di Salerno adendo ad una procedura straordinaria prevista dall’art. 47 c.3 D.lgs 546/92 che ha sospeso la validità del diniego medesimo con estrema urgenza. Tale provvedimento è stato instaurato (impugnato il relativo diniego) sulla scorta di un unico precedente esistente in Italia ovvero emesso dalla CTP di Milano sent. 1541/25/14″.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi