Campania Cava de' Tirreni Cronaca EVIDENZA video

Ospedale di Cava, Servalli: “Notificati i lavori, l’accorpamento è temporaneo”

“L’Azienda ospedaliera ha ottimizzato le risorse, ma il provvedimento è temporaneo”

Cava de’ Tirreni. È apparso amareggiato ma ottimista, il sindaco Vincenzo Sevalli, ai nostri microfoni quando gli abbiamo chiesto di commentare gli ultimi sviluppi che riguardano l’ospedale di Cava de’ Tirreni e l’accorpamento dei reparti di Chirurgia e Ortopedia prevista dal “Ruggi” per trasferire altri dieci infermieri al covid center “Da Procida” di Salerno.

La motivazione alla base di tale provvedimento è di natura meramente numerica: con la sospensione delle attività ambulatoriali e degli interventi non urgenti, sono pochi i ricoverati nei due reparti cavesi e l’Azienda Ospedaliera ha preferito ottimizzare le risorse trasferendo gli operatori.

“Non è che fa piacere questo, soprattutto dopo la chiusura di rianimazione e capisco la preoccupazione generale sul destino della nostra struttura. Ma saremo vigili”.

A conferma, poi, della provvisorietà delle disposizioni del “Ruggi”, circoscritte all’emergenza sanitaria, ci sono gli atti prodotti appena dieci giorni fa dall’Azienda Ospedaliera con i quali si notificano i lavori di riqualificazione che dovranno essere effettuati al reparto di terapia intensiva, al pronto soccorso.

“Da qui a quindici giorni – ha inoltre precisato Servalli – inizieranno anche i lavori di rifacimento della facciata”.

Leggi anche: Cava de’ Tirreni. Accorpamento Chirurgia-Ortopedia, Giordano: «Un prezzo troppo alto»

Leggi anche: Cava, Ospedale: chiude rianimazione. Medici trasferiti al “Da Procida”

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi