Febbraio 3, 2023

Laredazione.eu

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

‘Osare dirsi le cose’ e ‘liberare l’uomo’: la ricetta di Jack Burley per far rivivere i Red Devils

“Il Mondiale è un’avventura umana, quindi devi prenderti cura dell’essere umano. Finora l’allenatore ha fatto, secondo me, un ottimo lavoro, ma qui è un po’ perso”.Trova Jack Burleyintervistato da David Bertrand.

“È assolutamente necessario che lo scambio trovi serenità. È assolutamente necessario che i giocatori si parlino, che abbiano il coraggio di dirsi tutto faccia a faccia. Se possono dirsi tutto, e quindi ci sarà sarà un’umiliazione, allora possono sperare di fare qualcosa giovedì”. Se ci saranno ancora restrizioni, giocheranno senza bagnarsi la maglia e non sarà possibile”. Aggiunge.

A volte devi sistemare le cose tra i giocatori senza un allenatore

Difesa anche la soluzione proposta dal lap master belga Alessandro Keyes Nel programma Le Debrief.

Questo è un problema che deve essere risolto nel campus degli spogliatoi. A volte devi sistemare le cose tra i giocatori. Durante la mia carriera ho già assistito a scene come questa: gli spogliatoi chiusi con l’allenatore fermo e le cose sistemate tra di noi. A volte appianare le cose nel tuo cuore con i tuoi compagni di squadra è la cosa migliore da fareChiavi stimate.

“Ho vissuto i famosi incontri di crisi di cui parla Alex”, Frédéric Wassig continua. “Se hai un allenatore che ha l’intelligenza per farlo, per permetterti di vedere le cose attraverso i tuoi occhi, esci da lì con quell’energia. Quando usciamo, diciamo a noi stessi che “faremo saltare tutto”, voi tutti. È il tipo di cosa che unisce il gruppo”.

READ  RFC Liegi fa un breve lavoro per Dessel