Campania Cava de' Tirreni EVIDENZA Politica

Occupazione suolo pubblico, ridotte le tariffe dei mercatali

Approvato il piano tariffario relativo al canone mercatale per il 2021

Cava de’ Tirreni. Boccata d’aria per i mercatali: il Comune riduce del 30% le tariffe annuali relative al canone di occupazione del suolo pubblico.

Il provvedimento arriva a margine dell’imminente approvazione in giunta del bilancio, che dovrebbe essere prevista improrogabilmente entro la fine del mese, e nell’ambito di una serie di manovre contabili e fiscali che si stanno attuando da Palazzo di Città per far quadrare i conti entro tale scadenza.

Così il Comune e – in particolare l’assessore al Bilancio Antonella Garofalo – ha messo mano al piano di riorganizzazione delle tariffe che interessano il mercato rionale, già in passato tra l’altro interessato da un processo di revisione di assegnazione degli stalli che attende di essere ultimato.

Nello specifico, la giunta del sindaco Servalli, ha approvato nella riunione dello scorso 23 aprile ha approvato il piano tariffario relativo al canone mercatale per l’anno 2021 prevedendo una riduzione del 30%.

La variazione interesserà, in particolar modo, i titolari di concessioni annuali nelle aree extraurbane e, dunque, soprattutto i mercatali che settimanalmente allestiscono i propri stand presso l’area appositamente predisposta a corso Palatucci.

Per l’occupazione permanente, dunque, la tariffa annua prevista è scesa a 35 euro per ogni metro quadro; chi invece allestisce chioschi per la somministrazione dovrà pagare circa 44 euro a metro quadro; chi si occupa della vendita di fiori presso il civico cimitero pagherà 21 euro.

I mercatini straordinari

Riduzioni in egual misura (30%) sono state previste anche per le tariffe che riguardano l’occupazione giornaliera, con l’unica eccezione relativa ai canoni che riguardano l’occupazione temporanea dei mercatini straordinari (quelli allestiti di solito nei periodi di festività come Natale o Pasqua).

Per questi ultimi – considerato il carattere di eccezionalità di tali installazioni – ha registrato un aumento del 25% circa, con una tariffa di 2,10 euro al giorno per metro quadro per i mercatini allestiti in centro, e di 1,47 euro al giorno per metro quadro per i mercatini allestiti nelle aree extraurbane.

«In considerazione dell’emergenza epidemiologica da Covid19 – si legge, infine, nella disposizione della giunta – sono esonerati dal pagamento del canone mercatale i titolari di concessioni per l’occupazione temporanea dell’area mercatale».

La riorganizzazione degli stalli

Contestualmente la stessa area mercatale è oggetto di un piano di riorganizzazione degli stalli, già avviato dall’ex assessore alle attività produttive, Annetta Altobello, e di cui si sta occupando adesso l’assessore Giovanni Del Vecchio.

Leggi anche: Zona Gialla, regole e chiarimenti. Del Vecchio: “Più spazi all’aperto, ma sempre massima prudenza”

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi