Attualità Lavoro e occupazione

Occupazione: 200 mln di euro sul Pon “Sistemi di Politiche Attive per l’Occupazione”

Pon

Anpal, Agenzia per le politiche attive per il Lavoro, ha pubblicato il decreto relativo al bonus Occupazione Giovani, incentivo per le imprese di tutta Italia che assumono Neet iscritti al programma Garanzia Giovani.

Per fare chiarezza, con Neet, “Not in Education, Employment or Training”, si intendono i giovani tra i 15 e i 29 anni che non sono iscritti a scuola né all’università, che non lavorano e che nemmeno seguono corsi di formazione o aggiornamento professionale.

Tornando al decreto, a disposizione ci sono 200 milioni di euro a valere sul Pon “Sistemi di Politiche Attive per l’Occupazione” (Pin Spao), e in particolare sulla priorità di investimento “L’integrazione sostenibile nel mercato del lavoro dei giovani (Fse), destinati ai giovani che non svolgono attività lavorative, non seguono studi né formazioni, inclusi i ragazzi a rischio di esclusione sociale e quelli delle comunità emarginate, anche attraverso l’attuazione della garanzia per i giovani.

L’incentivo ha come beneficiari i datori di lavoro privati che assumano giovani disoccupati di età compresa tra i 16 e i 29 anni, registrati al Programma Garanzia Giovani, che abbiano assolto al diritto-dovere all’istruzione e formazione (se minorenni) e che non siano inseriti in un percorso di studio o formazione.

L’incentivo è riconosciuto per le assunzioni effettuate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017 con contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione; contratto di apprendistato professionalizzante o di mestiere; contratto a tempo determinato, anche a scopo di somministrazione, la cui durata sia inizialmente prevista per un periodo pari o superiore a sei mesi. L’incentivo è riconosciuto anche in caso di lavoro a tempo parziale e per il socio lavoratore di cooperativa, se assunto con contratto di lavoro subordinato.

Per le assunzioni con contratto a tempo indeterminato, apprendistato professionalizzante o di mestiere l’importo dell’incentivo è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione di premi e contributi dovuti all’Inail, nel limite massimo di 8.060 euro annui per giovane assunto.

Per le assunzioni a tempo determinato l’importo dell’incentivo è pari al 50 per cento della contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione di premi e contributi dovuti all’Inail, entro i 4.030 euro annui per giovane assunto.

Il bonus, non cumulabile con altri incentivi all’assunzione di natura economica o contributiva, deve essere fruito entro il 28 febbraio 2019.

I datori di lavoro interessati devono inoltrare un’istanza preliminare di ammissione all’Inps, indicando i dati relativi all’assunzione effettuata o che intendono effettuare. L’Istituto determina l’importo dell’incentivo spettante in relazione alla durata e alla retribuzione del contratto sottoscritto. Entro sette giorni dalla ricezione della comunicazione di prenotazione dell’Inps, per accedere all’incentivo il datore di lavoro deve effettuare l’assunzione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Per continuare ad usare questo sito, devi accettare la politica di uso dei Cookie maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi